Al Padova Pride Village con Cristina D’Avena, Cesare Bocci, Josefa Idem e Saleem Haddad



Da mercoledì 20 a sabato 23 luglio si apre al Padova Pride Village un’altra settimana ricca di appuntamenti alla Fiera di Padova.
Mercoledì 20 luglio sarà la regina incontrastata dei cartoons, Cristina D’Avena, ad aprire la settimana dall'alto delle sue oltre 700 canzoni incise che l'hanno portata ad aggiudicarsi 5 dischi di platino, 1 disco d'oro ed un totale di oltre 7 milioni di copie vendute. La serata del Village inizierà alle 19.00 con un aperitivo tra i grandi successi musicali. Prima del concerto il pubblico sarà intrattenuto da “You choose. We Play”: richieste musicali, notizie strane dal mondo e brevi show. Al termine dello spettacolo spazio alla musica dance sul palco esterno con Milla De La Soul DJ e RRose.

Giovedì 21 luglio saliranno sul palco del Boulevard Josefa Idem, campionessa sportiva ed ex ministro delle Pari opportunità, sport e politiche giovanili, Luisa Rizzitelli, presidente di “Assist - Associazione Nazionale Atlete” e Milena Bertolini, allenatrice nella massima divisione di calcio femminile e cinque volte Panchina d’Oro. L’occasione è il dibattito “Cartellino Rosso. Omofobia nello sport” moderato dal giornalista Marco Campanale, e organizzato dal Circolo Tralaltro Arcigay di Padova e dal Circolo ArciLesbica Il Riparo Padova. La discussione tratterà il tema dello sport dal punto di vista dell’omofobia e della parità di genere. Con l’occasione, infatti, verrà anche presentato il volume “Giocare con le tette”, pubblicato dalla Compagnia Editoriale Aliberti e curato da Milena Bertolini. L’opera, il cui autore è voluto rimanere anonimo, è una denuncia contro la discriminazione nei confronti dello sport al femminile e segnatamente del calcio in gonnella: "Questa non è una storia del calcio femminile – si legge nel libro- questa è una storia al femminile del calcio, e un po' anche del mondo”.
Al termine dell’incontro, salirà sul palco Cesare Bocci, attore di teatro noto per varie partecipazioni a film e fiction, tra cui "Il Commissario Montalbano" e "Il Bello Delle Donne". Oltre alle tappe della sua carriera, il talk, condotto da Lorenzo Bosio, sarà l’occasione di parlare del libro, scritto da Cesare Bocci insieme alla compagna Daniela Spada “Pesce d’aprile. Lo scherzo del destino che ci ha reso più forti” (Sperling e Kupfer, 2016), in cui la coppia racconta la propria vita prima e dopo l’ictus che colpì Daniela nel 2000, a solo una settimana dal parto della loro figlia Mia. I cancelli come sempre saranno aperti alle 19.00. Al termine dei talk musica dance sul palco esterno con Raul De la Renta DJ

Gli incontri culturali del Padova Pride Village proseguono, venerdì 22 luglio, alle 21.30, alla Casa Tralaltro che ospiterà la presentazione di “Ultimo giro al Guapa” (edizioni e/o, 2016), libro d’esordio di Saleem Haddad. Classe 1983, Saleem è nato in Kuwait da madre iracheno-tedesca e padre palestinese-libanese. È cresciuto in Giordania, Canada e Gran Bretagna. Per Medici Senza Frontiere ha lavorato in Yemen, Siria e Iraq. Ha collaborato con il Centro di Studi Strategici dell’Università della Giordania. Vive a Londra dove si occupa di politica, rapporti stato-società, processi di transizione e peacekeeping per conto di Safeworld, dove lavora come Conflict and Security Advisor per le aree del Medio Oriente e del Nord Africa. Tradotto in tutto il mondo, il libro “Ultimo giro al Guapa” racconta la gioventù araba e i cambiamenti politici e sociali dopo le “Rivoluzioni di Primavera”, attraverso le vicende di Rasa un giovane omosessuale. Nella drammatica vicenda umana del giovane, l’omosessualità, repressa dai regimi dittatoriali e dai fondamentalisti islamici, diventa una chiave di lettura obbligata del mondo, un punto di vista privilegiato per smascherarne le ipocrisie e le contraddizioni. Il Guapa, il luogo di ritrovo dei deviati e degli esclusi, diventa il cuore stesso della città di Rasa, il simbolo della strada e della sua ribellione.
La serata prosegue con “Drag Your Talent” gara all’ultima parrucca presentata da Pink Logan e Krystian. A seguire, doppio appuntamento con la dance. Alla consolle del palco esterno Mattia Matthew DJ, mentre all’interno si esibirà Dat Villa DJ.

Sabato 23 luglio dopo l’aperitivo musicale, che dalle 19 accoglie il pubblico dei “villegggianti”, sul Boulevard prenderà il via “I Migliori D-Anni Show”, un gioco che ripercorre i decenni del costume e della storia condotto da Leo e Miss Linda. Una sfida tra due squadre capitanate da Mizzy Collant e Giusva.
Il “Cinevillage”, rassegna di film d’autore in collaborazione con il Queer Lion Award, premio collaterale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, organizzato da Daniel N. Casagrande, propone il documentario Al di là dello specchio di Cecilia Grasso (Italia 2015, 54’). “Eyes Wild Drag” è un gruppo di performer e attiviste che realizza spettacoli e laboratori per diffondere l'arte e la cultura legata al mondo delle drag king. Avvalendosi del sostegno del Centro Sperimentale di Cinematografia, la regista Cecilia Grasso ci mostra i vari ‘dietro le quinte’, sia professionali che umani.
Sul Boulevard si balla al ritmo della Disco Pop con Dee DJ. Nel Palavillage & Village Privè domina Enrico Meloni Dj e producer romano ma con influenze musicali che arrivano da tutto il mondo. Lavora in numerosi club in tutta Italia dove suona un perfetto mix di progressive & tribal house. Durante l’Europride di Roma ha curato l’opening dj set del concerto di Lady Gaga. Tra i club in cui ha suonato figurano: Gay Village (Roma), Picador (Gallipoli), Fresh! (Roma), Frutta&Verdura (Roma), H.U.B (Lucca), Classico (Roma), Piper (Roma), Folies Scandal (Torino).
Commenti