Monica Cirinnà, Ivana Spagna e gli Antipodi ospiti al Padova Pride Village



Il mese di luglio si chiude al Padova Pride Village con un ricco parterre di ospiti provenienti dal mondo della musica, della cultura e della politica.
Mercoledì 27 luglio protagonista dei live targati Padova Pride Village alla Fiera di Padova sarà Ivana Spagna, icona della musica italiana e internazionale i cui album sono stati pubblicati e sono entrati in classifica in numerosi paesi europei ed extraeuropei, tra cui Inghilterra, Germania, Francia, Spagna, Paesi Bassi, Australia e Giappone. Con oltre 10 milioni di dischi venduti, traguardo per il quale nel 2006 le è stato consegnato dalla FIMI il Disco d'Oro alla carriera, è tra gli artisti italiani che hanno avuto maggiore successo commerciale in Italia e all’estero. Ultima donna ad aver vinto il Festivalbar, nel 1987 raggiunge con “Call Me” il secondo posto della classifica britannica, tuttora la posizione più alta mai raggiunta da una cantante italiana in Inghilterra. Al Pride Village, Spagna proporrà un best dei brani più famosi del suo repertorio, dal periodo “Inglese” a quello “Italiano” passando da “Easy Lady” e “Call Me” a “Gente come noi” e “Il cerchio della vita”, fino a “D.A.N.C.E.” nuovo singolo Inciso con la collaborazione del producer scandinavo Jøser, che precede l’uscita del nuovo album che Spagna sta realizzando per i suoi 30 anni di carriera e che vedrà la partecipazione di guest stars internazionali.
La serata del Village inizierà alle 19.00 con un aperitivo tra i grandi successi musicali. Prima del concerto il pubblico sarà intrattenuto da “You choose. We Play”: richieste musicali, notizie strane dal mondo e brevi show. Al termine dello spettacolo spazio alla musica dance sul palco esterno con Kristine Vontrois una tra le più famose vocalist delle notti romane. Impegnata sia come Vocalist che come DJ, Kristine attualmente è coinvolta nella creazione e nella realizzazione di MusiCall. Insieme a lei Ruby e Giusva.

Giovedì 28 luglio saranno due gli appuntamenti dedicati alla cultura e agli approfondimenti. Alle 21.30 #CasaTralaltro, lo spazio di Arcigay e Arcilesbica ospiterà Claudio Rossi Marcelli, giornalista di Internazionale e Vanity Fair, Simone Alliva giornalista de L’Espresso, Claudio Malfitano del Mattino di Padova, Caterina Coppola di Gaypost e Milena Cannavacciuolo di Lezpop.it. L’occasione è il dibattito, moderato da Filippo Biondi e Alessandro Pinarello di Arcigay Padova, “News LGBT. La notizia parla di noi”: esiste una branca giornalistica dedicata all'orientamento di genere? Cosa si intende di preciso quando parliamo di News LGBT? Nel corso dell’appuntamento si cercherà di capire quale sia l’approccio corretto per parlare delle persone gay, trans, lesbiche e bisessuali, come cambi la prospettiva nel momento in cui chi scrive appartiene o meno alla comunità omosessuale e se le tematiche LGBT siano realmente passate da essere considerate “notizie scandalistiche” a notizie di interesse per l’intera società.
Il palco del Boulevard ospiterà, invece, Andrea Pinna e Roberto Bertolini, noti come gli “Antipodi”, coppia vincitrice dell’ultima edizione di “Pechino Express”, adventure-game di Rai Due condotto da Costantino della Gherardesca. Roberto Bertolini è un noto personal trainer che vanta tra i suoi clienti niente meno che Alba Parietti. Andrea Pinna è, invece, uno scrittore ed autore, notissimo nel web per le “Perle di Pinna”, raccolta giornaliera di frasi irriverenti e dal sarcasmo corrosivo. Nel 2015 ha pubblicato per Mondadori Electa “L’amore è eterno finché è duro”, raccolta di riflessioni più o meno ironiche che raccontano uno spaccato della vita di Pinna in cui, come racconta lui stesso «la chiave di volta non è stata 'ti amo' ma un sonoro e indimenticabile 'vaffanculo'. Perché ci hanno imbrogliati, presi in giro. Ci hanno detto che avremmo trovato la persona giusta, che l'uomo non è fatto per stare solo, che avremmo vissuto del nostro bel lavoro, con un partner fedele, una cucina in acciaio e dei bambini biondi nella stanza accanto. E invece siamo single, disoccupati, incazzati, in affitto e col rubinetto che perde, quasi più di noi».

Venerdì 29 luglio il Padova Pride Village avrà l’onore di ospitare sul palco la Senatrice Monica Cirinnà, relatrice della legge sulle Unioni Civili. Un incontro molto sentito dal Festival Padovano che quest’anno, con il claim “#finalmenteliberi”, e la sigla omonima scritta e cantata da Noemi, ha deciso di dedicare la propria Nona Edizione alla recente approvazione della legge sulle Unioni Civili. La senatrice Cirinnà sarà affiancata dal Deputato Alessandro Zan, ideatore del Padova Pride Village, firmatario della legge sulle Unioni Civili e protagonista di uno degli interventi più sentiti alla Camera durante la discussione della Legge. Insieme ripercorreranno il lungo percorso parlamentare che ha portato all’approvazione della legge e forniranno delle vere proprie “istruzioni per l’uso” per tutte quelle coppie gay e lesbiche che vedranno finalmente diventare realtà un primo importante riconoscimento giuridico della loro affettività.
Alla #CasaTralaltro si parlerà, invece, di David Bowie, artista poliedrico tra i più influenti degli ultimi cinquant’anni, insieme ad Alessandro Liccardo, già firma di Rockol, OndaRock e Sentireascoltare. “The Man from Mars” – questo il titolo dell’incontro - è un viaggio che percorre la vicenda artistica e personale dell’artista inglese, corredato da aneddoti, fotografie, canzoni e videoclip chiave. Una “trasmissione radio-televisiva dal vivo” che si soffermerà sul Bowie-innovatore, adorato e imitato dalle generazioni successive grazie tanto alle sue produzioni discografiche – spesso capaci di portare l’avanguardia all’attenzione delle masse - ma anche alla sua poliedricità e alla sua sfida dei benpensanti all’inizio degli anni Settanta attraverso la sua immagine e le sue dichiarazioni, divenendo personalità centrale del glam rock al tempo e cambiando costantemente pelle nei lustri a venire.
La serata si apre, sempre alle 19.00 con l’aperitivo tra i grandi successi musicali. Al termine del dibattito Disco Pop con Umberto Balzanelli e, al PalaVillage Disco House con Dorigo DJ e Marc Leisure come guest voice.

Il Padova Pride Village chiude la settimana e il mese di luglio, sabato 30, all’insegna del cinema e del divertimento. Dopo l’aperitivo musicale sul boulevard prenderà il via “I Migliori D-Anni Show”, un gioco che ripercorre i decenni del costume e della storia condotto da Leo e Miss Linda. Una sfida tra due squadre capitanate da Mizzy Collant e Giusva.
Il “Cinevillage”, rassegna cinematografica in collaborazione con il Queer Lion Award, organizzato da Daniel N. Casagrande, propone questa settimana una selezione di cortometraggi d’autore. In anteprima verrà mostrato “Queer Lion: teaser” di Daniele Sartori (Italia 2016, 2’) quinto video promozionale del Queer Lion, dal 2007 premio collaterale della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia per il miglior film con tematiche omosessuali. Sempre di Daniele Sartori verrà proiettato “Portraits From Mykonos” (Italia 2015, 38’), docufilm dedicato ai performer Priscilla e Gloria Darling, Drag Queen italiane protagoniste assolute della “party island queer” per eccellenza: Mykonos. Chiude le proiezioni “Trémulo” di Roberto Fiesco (Messico 2015, 20’): Carlos, ragazzo di bottega di un barbiere d’altri tempi, incontra Julio, cliente di passaggio. Trascorrono la notte insieme, mangiando, parlando e ballando, consapevoli che questo incontro sarà molto breve. Una storia fresca e romanticamente delicata.
Al termine, largo alla discoteca con il Boulevard che ospita alla consolle, direttamente dall’emittente radiofonica M2O Manuela Doriani. La celebre conduttrice e DJ sarà affiancata da La Wanda Gastrica, vocalist, presentatrice, cabarettista e animatrice delle notti del Mamamia. Non è da meno la proposta all’interno del Palavillage e del Village Privè che vedranno protagonisti Thomas Dill DJ e Mauro Ferrucci. Icona del clubbing italiano e resident storico del Peter Pan, Ferrucci, Dj e Producer, opera da oltre un ventennio nelle console di mezza Europa, e come produttore ha raggiunto le vette delle classifiche di tutto il mondo.
Commenti