Bertolaso allunga le sue mani sul terremoto e usa le vittime per promuovere il razzismo



È Il Tempo a riproporre costantemente le opinioni di personaggi quantomeno inappropriati a trattare determinate questione. Se per trattare di educazione scolastica si affidano all'integralismo di Toni Brandi, nel caso di terremoti ci ripropongono nientepopodimeno che l'opinione di Guido Bertolaso. L'uomo che non ha mai ricostruito L'Aquila dopo il sisma sfruttato politicamente a favore di Berlusconi ora pare pronto a usare i nuovi morti per fonentare il razzismo. Ed è su quelle pagine che scrive: «Vanno piantate tendopoli sperando che non le abbiano usate tutte per gli extracomunitari».
Anche la tragedia pare non aver scalfito le mire politiche di chi vive sulla morte altrui, mostrandoci il reale rischio che i soliti sciacalli siano già pronti a far soldi sulle spalle delle vittime. Il tutto in quel clima di costante contrapposizione fra le persone, secondo quell'ideologia che vede un "noi" e un "loro" in qualunque situazione.
1 commento