Brescia, ritrovato il cadavere di una trans gettato in un cassonetto



Il corpo senza vita di una transessuale di 34 anni è stato ritrivato a Brescia in un cassonetto per la raccolta dell'erba. A dare l'allarme sono stati gli operatori di A2a, l'azienda che provvede al ritiro dei rifiuti.
La vittima è Marta Baroni. Sul corpo non sono stati rilevati segni di violenza e non si esclude possa essere morta per problemi di droga. La madre ne aveva denunciato la scomparsa martedì, dopo averla vista viva l'ultima volta il giorno prima.
Commenti