Colton Haynes: «Mi è stato detto che mio padre si è ucciso perché ha scoperto che ero gay»



L'attore Colton Hynes ha fatto coming out all'inizio dell'anno, rivelando come quel passo gli sia costato non poche esitazioni. Ora scopriamo il perché.
In una recente intervista, l'attore spiega di essere cresciuto ad Andale, nel Kansas, in una terra dove non si poteva essere gay. Afferma che lui sapeva che gli piacevano i ragazzi sin da quando era in prima elementare, ma tutto è cambiato quando a 14 anni ha fatto coming out con i compagni di classe e con la famiglia. Il bullismo subito si è intensificato al punto che il fratello maggiore di Haynes, Clinton, lo aspettava fuori della classe per proteggerlo.
I genitori cercarono di "curare" la sua omosessualità, ma lui «si ribellò» all'assunzione di fantomatici farmaci e scappò di casa. Trovò rifugio a casa di un amico e coprì che il padre si era ucciso inghiottendo 40 pillole di ossicodone. Nonostante vi sia alcuna prova specifica per collegare il suicidio al il suo coming out, Haynes dice: «Mi è stato detto che mio padre si è ucciso perché ha scoperto che ero gay».
Commenti