Magliano, un ragazzo è stato offeso, deriso e colpito con una pietra perché gay



È dalla sua pagina Facebook che un giovane di Magliano de' Marsi (L'Aquila) ha raccontato l'ennesima storia di ordinaria omofobia in un Paese in cui la politica e l'integralismo religioso sostengono che la violenza sia una lecita «opinione» se esercitata ai danni di un gay.
La storie ha tutti gli elementi del solito opinione: il branco si è avvicinato al ragazzo ed ha iniziato ad urlargli contro una serie di insulti come «frocio di merda» o «porco». Insulti che in italia si possono trovare sui titoli dei giornali o che riempono le bacheche di gruppi che si definiscono cristiani (anche se poi spesso ad essere adorata è la croce uncinata). Dopo le invettive di è passato ai fatti ed il branco ha scagliato una grossa pietra nella direzione del ragazzo che, per fortuna, lo ha raggiunto solamente a una gamba.
Il giovane ha utilizzato Facebook per denunciare l'accaduto ancor prima di presentare una denuncia formale ai carabinieri, nella speranza di poter raccogliere informazioni su chi possa aver visto quella punto nera su cui viaggiavano i ragazzi, tutti all'incirca vent'anni.
Attualmente sono in corso le indagini da parte delle autorità da parte della compagnia di Tagliacozzo.
2 commenti