La città di Orlando prevede di acquistare il Pulse per trasformarlo in un memoriale permanente



Terminate le indagini, il Pulse di Orlando è stato riconsegnato ai suoi proprietari. In tanti si sono chiesti quale sarebbe potuto essere il futuro del locale, teatro della carneficina che portò alla morte di 49 persone. Se da un lato la sua chiusura sarebbe significato darla vinta alla violenza, dall'altro non sarebbe stato sicuramente facile riaprire le porte e tornare a ballare come se nulla fosse.
La soluzione potrebbe giungere grazie all'iniziativa del sindaco di Orlando, il quale propone che la città acquisti il locale per trasformarlo in un memoriale permanente.
Se i proprietari ne avevano ipotizzato la riapertura, è stata la OnePulse Foundation a suggerire che si sarebbe potuto aprire un nuovo locale di fianco all'attuale, sopo averlo trasformato in un monumento per le vittime. Ed è all'interno di questa discussione che si è inserito il primo cittadino, sostenendo che la sua opinione è che il Pulse debba divenire una proprietà pubblica per la città.
Commenti