Napoli. Gay aggredito in piazza Bellini



L'ennesimo episodio di omofobia giunge da Napoli, dove un gay di 50 anni è stato aggredito da tre uominini mentre attendeva l'autobus per tirnare a casa. A denunciare l’aggressione , avvenuta intorno alle 4 nelle vicinanze di piazza Bellini, è l'Arcigay Napoli e l'Associazione Trans Napoli. La vittima, tesserata con l’associazione, si sarebbe recata in Questura e poi ha reso pubbliche le violenze.
In una nota, le due associazioni commentano: «La vicenda di Domingo è solo l’ultimo gravissimo episodio di intolleranza omofobica registrato a Napoli e soprattutto ancora una volta a piazza Bellini, luogo di riferimento e identitario per la comunità lgbt. Nel 2009 Marialuisa Mazzarella subì una tremenda aggressione per difendere l’amico omosessuale e per quei fatti oggi gli aggressori di Marialuisa, Medaglia d’oro al valor civile, sono stati condannati a 10 anni con Arcigay riconosciuta parte lesa».
«In questi anni -aggiunge Antonello Sannino, presidente di Arcigay Napoli- sono tantissimi i casi e le segnalazioni arrivate da quel luogo e dalle altre zone di Napoli. Io stesso nel 2007, insieme al mio compagno di allora, fui vittima di una violenta aggressione proprio a piazza Bellini e supportato da Arcigay esposi denuncia, Per fortuna oggi si denuncia molto di più, anche se per diversi motivi molti ragazzi hanno ancora timore e non riescono a denunciare, come il caso di un ragazzo malamente aggredito in un noto locale della penisola sorrentina».
3 commenti