Ora Amato chiede che ai gay sia tolto pure il diritto di parola



Qualcosa non torna. Gianfranco Amato se ne va in giro per l'Italia portandosi dietro Luca di Tolve manco fosse un cagnolini, ovviamente facendolo esibire nelle saghe parrocchiane per sostenere che i gay non siano felici di ciò che sono e devono "cambiare" per far finta di essere eterosessuali così come lui li vorrebbe. E se il leader integralista sostiene che quella fantomatica "testimonianza" dovrebbe essere ascoltata da tutti per convincersi che non sci sia nulla di male nella discriminazione, pare che non abbia lo stesso atteggiamento quando un gay racconta di essere felice.
Dinnanzi ad un articolo pubblicato da Grazia in cui Chiara Sfregola racconta di essere lesbica e felice, Amato scomoda persino il Papa per sostenere che a quella donnaccia non dovrebbe essere consentito di poter parlare dato che solo lui deve avere il diritto di parola. Scrive:

La propaganda di regime della "dittatura del pensiero unico" come definita da Papa Francesco non si arresta neanche d'estate, sotto l'ombrellone, dal parrucchiere in tutte le edicole il mensile Grazia e' immancabile con i suoi articoli di puro indottrinamento alla Goebbels. "Finestra di Overton" sapete cos'e'? Se non lo sapete male! Informatevi!

Ovviamente potremmo tranquillamente osservare che la finestra di Overton è ravvisabile da un integralismo che qualche anno fa pronunciava timidi insulti e che oggi va nelle piazze ad urlare che i gay sono dei malati, che non c'è nulla di male a chiamarli «froci» o che li si debba ritenere esternazioni di Satana. Ma, soprattutto, ci mostra la falsità di questi movimento: gente che promuove le fantomatiche "terapie riparativa" sostenendo che siano necessarie per chi non sia accetta (anche se bisognerebbe discutere se la tortura sia una risposta ad un malessere) ma poi ci fanno capire che sono loro a voler creare quel malessere e che non tollerano si possa far sentire al sicuro i ragazzi promettendogli che potranno essere felici nonostante il disprezzo che Amato ostenta contro di loro.
6 commenti