Roma. Trans uccisa a botte e messa in un sacco dei rifiuti



Il corpo della donna è stato ritrovato chiuso in un sacco della spazzatura, gettato in un campo nel quartiere di Settecamini, nella periferia di Roma. La vittima era brasiliana di 30 anni, brutalmente assassinata a botte, forse da un cliente. Anche lei, come tante transessuali che non vengono accettata da una società fintamente perbenista, era stata costretta a prostituirsi.
Ora la polizia di Roma sta indagando sull'omicidio. A dare l’allarme è stato un abitante della zona, che ha notato un uomo gettare quel sacco in un'area incolta vicino ai caseggiati.
Purtroppo la donna è stata poi uccisa una seconda volta dalla stampa italiana, con numerose testate giornalistiche che hanno parlato di lei. Neppure dopo la morte le è stata riservata dignità, ostentando quella violenza verbale che la vittima ha divuto già subire per tutta la sua vita.


Commenti