Ancora un'aggressione omofoba a Roma



«Mi hanno insultato e picchiato in strada, in pieno giorno, perché gay». È quanto racconta un giovane foggiano che da tre mesi vive a Roma. Il suo abbigliamento avrebbe attratto l'attenzione di tre giovani, tra i 25 e i 27 anni di età, che lo avrebbero aggredito e picchiato di fronte alla fermata della metropolitana a piazzale Flaminio.
È la vittima a raccontare l'accaduto: «Stavo camminando e ad un certo punto mi sono sentito tirare i capelli e scaraventare per terra: "Frocio di merda" mi ha gridato uno dei tre aggressori mentre gli altri due hanno iniziato a schiaffeggiarmi e a tirarmi calci. "Fai schifo, voi gay dovete fare tutti la stessa fine e quelli che incontreremo la faranno". Per fortuna alcuni passanti si sono fermati in mio soccorso, soprattutto Anna, una ragazza fantastica che mi ha aiutato spingendo via gli aggressori mentre altri hanno chiamato le forze dell’ordine facendoli scappare».
Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, spiega che è già in atto supporto legale al ragazzo a fronte dei troppi casi di omofobia che si stanno verificando per le strade della capitale.
7 commenti