Boom di presenze al Padova Pride Village 2016 che prosegue con 3 date extra



Il tutto esaurito della cerimonia di chiusura della nona edizione del Padova Pride Village ha suggellato il successo dell'edizione 2016, durante la quale sono state superate le centomila presenze.
La kermesse, che dal 17 giugno al 4 settembre ha animato le notti padovane, ha attirato spettatori da tutta Italia grazie ad una ricca programmazione di concerti, musica, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche, presentazioni di libri, talk show e dibattiti su temi di attualità. Tra gli ospiti vengono vantati i nomi di Monica Cirinnà, Monsignor Charamsa, Alexia, Cristina D’Avena, Spagna, Fiordaliso, Valeria Graci, L’Aura, Barbara Foria, Marco Bianchi, Cesare Bocci, Laura Bono e Francesca Reggiani.
Ma è delle ultime ore la notizia che, non volendo dichiarare ancora finita l’estate, il Padova Pride Village ha deciso di prolungare la propria programmazione con tre date extra: sabato 10, sabato 17 e sabato 24 settembre l'animazione farà ballare il pubblico dalle 22.00 sino alle 4 del mattino.

«Sono molto soddisfatto –dichiara Lorenzo Bosio, direttore artistico del Festival- perché la scelta di privilegiare molti artisti che hanno appoggiato le Unioni Civili si è rivelata vincente, come dimostrano i numeri da record».
Ma non solo. Oltre a luogo di cultura, divertimento e aggregazione, il Padova Pride Village ha dimostrato di avere anche un ruolo di protagonista nelle battaglie per i diritti civili. Se infatti, nel 2015, il Village era stato il luogo in cui il Governo, rappresentato dalla Ministra Maria Elena Boschi, aveva promesso una legge sulle Unioni Civili, nel 2016 è stato anche il luogo dove, sempre alla presenza della Ministra, tale importante risultato è stato festeggiato.

Il primo appuntamento extra vedrà Luca Tommassini come ospite d'eccezione. Il coreografi presenterà il volume “Fattore T“ (Mondadori) in cui Tommasini, attraverso il racconto autobiografico, si interroga su cosa sia il talento, il “Fattore T” appunto, se possa essere insegnato oppure sia, come l’arte, qualcosa di difficilmente definibile se non addirittura magico. Ogni episodio della sua vita, ogni personaggio che ha incontrato e con cui ha lavorato –da Madonna a Michael Jackson, da Whitney Houston fino a Robin Williams e Prince– diventa nel libro lo spunto per un insegnamento a riconoscere e soprattutto coltivare il talento. Perché, se è vero che la scintilla del talento è inafferrabile, è altrettanto vero che percorrere questa strada richiede sforzo, dedizione, disciplina e soprattutto sacrificio. A testimoniare il percorso di Luca anche i racconti di tantissimi personaggi che in questi anni hanno lavorato con lui: Fiorello, Eros Ramazzotti, Mika, Patty Pravo, Elisa, Giorgia, Francesco Facchinetti, Lorella Cuccarini, Alessandro Cattelan, Ivan Cotroneo e molti altri, fino ai ragazzi emersi da "X Factor" e che oggi hanno intrapreso una carriera di successo come Chiara e Lorenzo Fragola.
La serata proseguirà, sempre all’interno del PalaVillage con la disco house del trio padovano dei Did U 6? e l’intero cast dell’animazione.
Commenti