Carlo Giovanardi: «Bisogna educare i giovani a un sano egoismo, così farebbero figli perché servono durante la vecchiaia»



«Che l'Italia stia morendo di crisi demografica è evidente. Verso il 2050 di questo passo gli italiani in Italia saranno una minoranza. Siamo l'ultimo Paese al mondo per natalità. Il dato economico non c'entra assolutamente nulla. I nostri bisnonni, nonni e padri facevano tanti figli anche se faticavano pure a comprargli le scarpe da mettergli ai piedi. Paesi molto più ricchi di noi e Paesi molto più poveri fanno molti più figli di noi. Noi ci contraddistinguiamo in Europa per il tasso più basso di natalità». È quanto dichiara il senatore Carlo Giovanardi a Radio Cusano Campus, prendendo le difese della Giornata della fertilità pensata dal ministro della salute.
Il senatore pare convinto che il problema siano i cittadini e non i governi di cui ha fatto parte e che progressivamente hanno tolto ogni speranza nel futuro. In fondo la sua unica priorità è sempre stata quella di attaccare i gay e forse la sia ossessione non gli ha permesso di accorgersi di ciò che accadeva attorno a lui.
Pare una semplificazione populista anche il suo sostenere che nei Paesi più poveri si facciano più figli, dato che ciò avviene perché i bambini vengono spediti a lavorare e risultano fonte di ricchezza per la famiglia (spesso decimata anche dalla maggiore mortalità).
Sfoderando anche il suo populismo razzista, il senatore ha aggiunto: «Quando la gente dice: sono angosciato per l'immigrazione, c'è poco da essere angosciati. Le decine di milioni di italiani che vengono meno perché non si fanno figli saranno coperte dagli immigrati. La prima causa di estinzione degli italiani è che non nascono più gli italiani. In Germania dove sono avanti su queste politiche familiari, fanno comunque registrare un calo».  Inoltre, sempre secondo il senatore, «si deve spiegare ai giovani il senso del dovere, del sacrificio. Se non ci fosse la stragrande maggioranza della popolazione che vaccina i bambini, quei pochi che non si vaccinano possono farlo. Ci sono dei comportamenti individuali che possono essere tollerati e giusti è perché sono l'eccezione. Se tutte le donne dicessero il corpo è mio e lo gestisco io e decidessero di non fare più figli arriveremo all'estinzione del genere umano. La libertà di non fare i figli è dovuta al fatto che la maggioranza delle donne li fa. Se i giovani fossero educati a un sano egoismo, i figli li vorrebbero perché si accorgerebbero che nel corso della vita i figli servono. Renzi ha disconosciuto la campagna perché ha visto che è andata male, se fosse andata bene avrebbe detto che era farina del suo sacco».
Insomma, pare proprio che Giovanardi sia contrario a propri in quella schizofrenia che lo porta a battersi perché i figli siano negati a chi li vuole e siano imposti a chi non li vuole. Inoltre, stando al suo discorso, dovremmo dedurre che il suo voler negare figli alle coppie gay sia un atto violento volto a danneggiarle volontariamente nella sua convinzione che solo agli eterosessuali spetti il diritto di poter fare affidamento ai figli per garantirsi una terza età dignitosa a fronte di una totale assenza di uno stato e di un welfare decente. Insomma, lui la farà pagare ai gay e il suo pessimo lavoro da politico graverà su quella gente che lui ha perseguitato mentre si intascava i loro soldi. Se questo è un senatore, vien da sé che si abbia paura a fare figli in Italia.
4 commenti