I gruppi d'odio plaudono alla Lega per il ritorno ai tempi in cui la ragione si otteneva con la clava



Ogni giorno miglia di cittadini devono subire violente aggressioni dai gruppi integralisti che, nella più totale impunità da parte della autorità pubbliche, minacciano la loro vita attraverso una sanguinaria campagna di diffamazione che appare volta unicamente ad alimentare odio e violenze verso le persone gay.
Vien da sé che la libertà di espressione non sia certo l'usare i social network per pubblicare le immagini di una famiglia gay e sostenere che se quella è una famiglia allora loro sono spiderman. In quella asserzione non c'è argomentazione, non c'è ragione ma solo volontà e di togliere dignità alle persone attraverso una macchina del fango e un abuso dell'offesa a fini discriminatori. E non è neppure la strumentalizzazione dei fatti che spingono questa gente a dire che se un eterosessuale è riuscito a farsi annullare una condanna dalla Cassazione dopo essersi masturbato in pubblico, allora è tutta colpa dei gay. Eppure scrivano:

Fare atti osceni da soli in pubblico non costituisce più reato, verrà data solo una multa.
Dai, forza!!!!! Se continuiamo così arriveremo presto alla depenalizzazione totale del reato a cui aspirano molti sinistri orcobaleno che vogliono adottare bambini!!!! Dai che ci siamo.
Magistratura indegna! Vergogna!

Che cosa c'entra la premessa con la tesi sostenuta? Nulla. Si tratta di parole che vengono scritte a caso solo per cercare di dire che i gay vogliono dei figli solo per potersi masturbarsi dinnanzi a loro. Sono affermazioni che non hanno senso, ma che servono ad alimentare odio fra quei commentatori che si incitano a vicenda scambiandosi pareri su quanto odino i gay e su come li vorrebbero veder morti, possibilmente uccisi da quel gran "cristiano" di Putin che non a caso sta finanziando i partiti neofascisti a cui questi gruppi fanno capo. Il tutto mentre l'abuso del sentimento religioso e l'uso di immagini sacre viene sfruttato quale giustificazione a tutto quest'odio, ovviamente preoccupandosi di insultare eventuali preti che non fossero allineati con la loro ideologia del disprezzo.

Viene rabbia a leggere simili insulti e viene rabbia anche nel constatare come la polizia postale non si sia ancora attivata per identificare i responsabili di questa campagna d'odio che mette a rischio la vita e la dignità di migliaia di persone. L'impressione è quella di assistere impotenti a gente che sta preparando un genocidio, sapendo che prima o poi qualcuno di loro inizierà ad uccidere.
Ma quel che è peggio è come questi gruppi d'odio trovino appoggio anche nella politica. È citando la posizione della Lega Nord che si lanciano nel sostenere che la legge possa essere ignorata se si delinque a danno di qualcuno. E se si può delinquere perché dei «sindaci coraggiosi» calpestano la legge e la dignità dei cittadini al solo di imporre la propria ideologia in un clima in cui ognuno deve poter imporre ciò che vuole, allora quante altre leggi potranno essere ignorate? Quale altre ideologie di morte si potranno imporre sostenendo che sia Dio a volerlo?
Davvero la Lega Nord è disposta ad annullare millenni di evoluzione della società per riportarci ai tempi in cui la ragione si otteneva con la clava e il più prepotente poteva imporre la sua volontà agli altri? Davvero la possibilità di prendere quattro voti in più da quell'integralismo sanguinario che vuole la morte dei gay vale tutto questo?
Commenti