Il transpop brasiliano di Romanelli sbarca a Bergamo con l'unica tappa italiana dell'artista



È il Pacì Paciana di Bergamo ad ospitare l'unica tappa italiana dell'Anomalous world tour di Romanelli, un artista transpop brasiliano da tempo impegnato nel sociale contro ogni forma di fascismo.
Professore di italiano e di letteratura all'UFSC (Santa Catarina Federal University, Brasile), Romanelli è un "anomalo" che non accetta fascismi e narcisismi di alcun genere. "Anomalous" è un album che denuncia la dittatorietà della normalità, degli stereotipi e delle limitazione delle libertà.
L'appuntamento è per sabato 1° ottobre, dalle 21:30 alle 5 del mattino, in via Grumello 61/c a Bergamo (qui maggiori informazioni). La serata proporrà anche il trash orobico dei Pink Violence Squad, pronti ad esibirsi con tormentoni dagli anni ’70 sino alle ultime tunes estive, passando per tutto quanto di peggio il mercato musicale ci ha proposto negli ultimi decenni.
Commenti