Alcune curiosità sulla festa di Halloween



Halloween è una tra le feste più osteggiate dall'integralismo cattolico. Immancabilmente, ogni anni qualcuno se ne esce con il sostenere che si tratterebbe di una ricorrenza pagana, anti-cristiana se non direttamente satanica. Ci raccontano che si sarebbe dinnanzi ad una contaminazione della nostra tradizione da parte degli Stati Uniti e qualcuno si lancia pure nel sostenere che si tratterebbe di una ricorrenza che rischia di danneggiare i bambini (chissà perché, ma i bambini vengono sempre tirati in ballo da quai gruppi).
Eppure tutto questo non ha alcuna base storica.
Innanzi tutto andrebbe ricordato che Halloween è una festa celtica che ha profonde tradizioni anche nella cultura di alcune aree d'Italia. Nella sua formulazione originaria, si tratta è una festa che ha profonde connotazioni spirituali che mirano ad onorare i defunti, al contempo educando i bambini a rapportarsi con la morte e a non averne paura. Dunque non solo sarebbe un qualcosa che va a beneficio dei più piccoli, ma si tratterebbe anche di una tradizione che gli americani hanno importato dall'Europa.
Riguardo al tentativo di contrapporre Halloween al cristianesimo, andrebbe ricordato che la festa di Ognissanti venne introdotta da papa Gregorio IV nell'840 propri per cercare di attribuire una valenza religiosa ad una tradizione ben più antica, motivo per cui si cercò di basare la nuova festa cristiana proprio sui presupposti del culto celtico.
Persino il celebre trick-or-treat (dolcetto o scherzetto) ha in realtà una derivazione cristiana dato che il far visita ai vicini in cerca di caramelle è una trasposizione dell'antica tradizione celtica in cui gli abitanti dei villaggi celti indossavano pelli di animali per simboleggiare gli spiriti e ne ricevevano in cambio cibo e vino. In seguito, con la diffusione del culto cristiano, il cibo divenne  offerta ai mendicanti che in cambio della promessa di preghiere per i cari estinti. La tradizione di donare caramelle ai bambini anziché normalissimo cibo è giunta solo nel dopoguerra.

Naturalmente esistono poi tradizioni più laiche legate al folklore di Halloweeb. Ad esempio una tradizione americana sostiene che alla vigilia di Halloween si possa scoprire la durata della propria vita sbucciando una mela senza interrompersi: più lunga sarà la striscia di buccia, più lunga sarà anche la propria vita.
In Scozia, invece, un'antica tradizione afferma che stendendo delle lenzuola bagnate davanti a un fuoco la notte di Halloween, le ragazze avrebbero potuto vedere il volto del loro futuro marito. Ed ancora, la tradizione sostiene se si indossano i vesti al rovescio e si cammina all'indietro durante la notte di Halloween, si potrà avere l'occasione di vedere una strega .
Un'ultima curiosità riguarda l'immaginario comune. Se nelle raffigurazioni grafiche viene sempre rappresentata una luna piena, è in realtà molto raro che il 31 ottobre si possa verificare quella fase lunare (ad esempio non accadrà sino al 2020).
2 commenti