Amato: «Gli Psicologi Italiani sono dei poveracci che negando la realtà e ci vogliono fa credere che la teoria gender non esiste»



Fa sempre ridere come Amato ami parlare di sé stesso in terza persona, promuovendosi da solo come se stesse parlando di un nuovo messia inviato a Dio. Lui non ha una pagina Facebook, ma gestisce il suo fanclub perché parte dal presupporti che la gente lo ami. Lui non parla dei suoi incontri, ma li promuove come se stesse dicendo che una persona è validissima e deve essere ascoltata (anche se in realtà parla di sé stesso ed è veramente buffo osservare quanto paia piacergli il darsi ragione da solo). Ed è così che dalle pagine de La Croce, Amato si lamenta che qualcuno possa dissentire dal totalitarismo del suo pensiero unico. Ed ovviamente lo fa con i soliti deliri volti a sostenere che tutti i gay vadano in giro a "compare" bambini mentre lui, massima espressione della cristianità e del volere di Dio in terra, si batte affinché due gay non possano offrire una casa ai bambini senza famiglia dato che questi devono essere assegnati solo e solamente a Gandolfini in virtù delle su presunte preferenze sessuali e della sua presunta fede religiosa. Scrive:

Il Circolo di Rifondazione Comunista delle Valli Brembana e Imagna insorge contro amministrazione comunale di Zogno e l'oratorio San Giovanni Bosco che hanno organizzato l'incontro intitolato "La sfida dell'ideologia gender alla famiglia", che si terrà il prossimo 25 ottbre e che vedrà come protagonisti il duo Amato & Povia. I compagni delle due valli chiedono con forza che Sindaco e Parroco rinuncino all'iniziativa, e annullino l'evento. I motivi sono sempre i soliti: la fantomatica "teoria gender non esiste, e impedire a due omosessuali di comprare un bambino è pura omofobia.

Si spassa poi al vittimismo. come un nazista che continua a dire che la razza ariana esiste veramente perché lo ha detto Hilter, Amato dice che la sua fantomatica ideologia esisterebbe perché lo ha detto il Papa citando ciò che lui e la sua gente gli hanno raccontato.Già, perché nella sua ricostruzione dei fatti amato spesso dimentica di dire che il Papa cita ciò che gli è stato raccontato dai vari Gandolfini e non ciò che c'è scritto nei documenti che lui è solito decontestualizzare per attribuirgli tesi diverse. la verità oggettiva è tutta quella follia nasce da una volontà delle note lobby statunitense legate a Brown, ma nella propaganda volta ad ingannare i bigotti tutto ciò sarebbe una volontà di Dio. Dice così:

Ma il fatto davvero clamoroso e surreale è che pretendiate di esportare la vostra ignoranza in casa altrui! Si, come si fa seriamente a chiedere ad un parroco di annullare un evento che affronta un tema (il gender) che non solo esiste ma che è stato dnunciato decine e decine di volte da Papa Francesco! Il Papa nel suo libro "Questa economia uccide" ha definito la teoria gender una «bomba atomica». Parlando coi giovani a Napoli, l'ha definita «uno sbaglio della mente umana che crea tanta confusione». Ha poi parlato di «colonizzazione ideologica», paragonando l'indottrinamento gender a quello perpetrato coi Balilla e con la Gioventù Hitleriana dalle dittature del secolo scorso. Ancora, ha definito la teoria gender una «rassegnazione e una frustrazione che mira a cancellare la differenza sessuale perché non sa più confrontarsi con essa», e l'ha condannata senza appello al punto 56 dell'Esortazione Apostolica "Amoris Laetitia". Un atto di Magistero. Ancora più paradossale è il fatto che questa vostra sparata arrivi proprio a due settimane dall'ultima clamorosa pubblica denuncia del Papa in Georgia, che ha paragonato gli effetti devastanti della teoria gender a quelli di una «guerra mondiale». Almeno i giornali leggeteli, compagni, suvvia!

Lo sfogo di Amato non pare nulla di nuovo a fronte di come sia sempre più evidente che il suo abuso nel nominare Dio e papi serva solo a promuovere l'integralismo e dell'estrema destra, a cominciare dalla sua amatissima Lega Nord. Si passa così a sostenere che le istituzioni siano un branco di incapaci e che lui conosce la verità rivelata su tutto e tutti. Lui, l'unico e il grande "generale" che si è autoproclamato espressione della volontà della Madonna contro i gay:

Contestate anche il fatto che l'Associazione degli Psicologi Italiani abbia ufficialmente dichiarato l'inesistenza della teoria gender. Gli Psicologi Italiani, negando la realtà, ci vogliono fa credere che la teoria gender non esiste e che quelli che la sostengono sono dei «truffatori culturali». Vabbé, bisogna pur comprenderli poveracci, «tengono famiglia» e non possono certo opporsi alla dittatura del pensiero unico. Devono pur lavorare, no? Per loro, comunque, il povero Papa sarebbe un «truffatore culturale». Beh, tra gli Psicologi Italiani e il Papa, noi scegliamo di sta-re col Papa. Così, a occhio, ci sembra un po' più serio.

Anche qui appare evidente il ricorso all'uso nazista della contrapposizione. Nessuno mette il Papa contro gli Psicologi se non lui. E lo fa per sostenere che se il Papa dice un parola e se lui attribuisce una sua personalissima interpretazione a quella parola, allora lui è legittimato dal Papa ad aggredire e perseguitare i gay nel nome di Dio onnipotente che in lui ha visto il suo figlio prediletto.
Attaccando i comunisti attraverso la stampa comunista che lui sostiene sia a senso unico (anche se evidentemente non lo è dato ciò che scrive), Amato aggiunge:

Un'ultima considerazione, cari compagni delle Valli Brembana e Imegna. Voi leggete il Manifesto vero? Anch'io ogni tanto. A volte capita di trovare persino cose intelligenti come l'articolo di Paolo Ercolani intitolato "L'utero in affitto della Sinistra Italiana". L'avete letto anche voi, vero? Tra le tante cose interessanti, Ercolani dice pure questo: «Ora, al di là delle questioni personali, sulle quali non entro per ovvie ragioni di inopportunità e rispetto, non c'è dubbio che Nichi Vendola ha risolto un proprio "problema" privato ricorrendo a una "soluzione" pregna della logica tecno-finanziaria. Ciò che la natura non consente è stato superato con un espediente tecnico e, soprattutto, con una quantità di denaro con la quale si è, di fatto, comprata la disponibilità di una donna a «prestare» il proprio utero (ma anche il proprio corpo e la propria persona) per generare il figlio di Vendola e del suo compagno. Esattamente come accade nelle peggiori deformazioni della logica capitalistica, quello che non si può ottenere per le vie "normali" si è deciso di comprarlo».

Precisato quanto Vendola sia un persona che lui odia non tanto per ciò che ha fatto ma in quanto gay (Amato è certo che tutti i gay siano persone disgustose a meno che non facciano come Di Tolve non vadano in giro a vomitare odio contro i propri fratelli, ndr). E tutto questo in quella continua falsificazione in cui Amato va in giro a dire falsamente che basterebbe discriminare i gay per far s§ì che il Canada o gli Stati Uniti cambino le loro leggi, nella più completa noncuranza di quegli etero che accedono alla gpa in Russia (dove l'anonimato della madre viene garantito da Putin) o in altri Paesi dell'Est dove il rischio di sfruttamento è assai più alto. Ma si sa, gli eterosessuali adottano i bambini nati dalla gpa, i gay li "comprerebbero" perché pervertiti sgraditi ad Amato e alla sua propaganda politica.

Tornando a promuoversi e a sostenere che lui sia la verità, la vita e la via più di quell'idiota di Gesù che da imbecille predicava amore e non odio sconsiderato come quello che Amato trasuda da ogni poso, l'integralista conclude:

Beh, amici comunisti delle Valli Brembana e Imagna noi martedì sera parleremo anche di questo e ci piacerebbe discuter. pure con voi. A proposito, voi state col compagno Vendola o col compagno Ercolani?
Una cosa, comunque, ci dovete riconoscere: affrontare questo tema non può essere considerato "omofobia", vero amici? Visto che se ne parla anche sul Manifesto. E non mi venite a dire che anche il Manifesto è omofobo. Dai!

Quindi Amato giudicherà e parlerà per ore della pagliuzza che è nell'occhio di Vendola senza curatesi dell'enorme trave che è nel suo occhio. E lo farà dicendo che non è certo omofobia generalizzare delle situazione e usarle per negare altri diritti. Povero Gesù, ricotto ad essere usato come arma di propaganda per un'azione contro-natura di chi non è disposto ad accettare che la natura è più ampia e più bella di quello che si può pensare se si prende sé stessi come esempio della massima perfezione che non tollera differenza alcuna.
3 commenti