College cristiano vuole licenziare chiunque creda che Dio sia favorevole al matrimonio egualitario



La dittatura del pensiero unico dell'integralismo cristiano avanza inesorabile in tutta la sua violenza. La dirigenza dell'istituto scolastico evangelico InterVarsity Christian Fellowship, con più di 1.730 docenti al proprio servizio in 600 campus universitari sparsi in tutti gli Stati Uniti, ha annunciato che licenzierà chiunque osi sostenere che Dio possa essere favorevole al matrimonio egualitario.
Dinnanzi al crescere di una consapevolezza su un'insensata discriminazione dettata da pregiudizi ed ignoranza, è dunque attraverso la violenza e il totalitarismo che alcuni sedicenti "cristiani" sperano di poter imporre la propria visione della natura.
La minaccia è contenuta in una lettera che è stata inviata a tutto il personale dell'istituto, in cui si imponeva di non poter essere favorevoli all'uguaglianza dei diritti.
Nel testo si afferma che «Il matrimonio è definito come unione esclusiva tra un uomo e una donna, come marito e moglie, in cui la loro alleanza porta alla devozione per tutta la vita. Inoltre, il matrimonio e la famiglia cristiana non sono visti come un fine, ma come mezzo per servire il Regno di Dio in questo mondo». Ma ben presto si arriva a sostenere che «se si è in disaccordo con tale principio, per difendere la nostra integrità chiediamo le vostre dimissioni».
L'azione è stata intraprese dopo che alcuni insegnanti dell'istituto avevano espresso al propria opinione riguardo al fatto che Dio non fosse contrario al matrimonio egualitario e che non avesse creato l'omosessualità per precludere ai gay la possibilità di poter scegliere di avere progetti di vita comuni.
1 commento