Francia. L'integralismo cattolico si unisce all'estrema destra per chiedere l'abrogazione del matrimonio egualitario



Il messaggio è semplice: i gay non potranno essere al sicuro perché i sedicenti "cristiani" non smetteranno mai di perseguitarli e di sostenere di essere migliori di loro in virtù di quanto gli piaccia la gnocca. Non è certo una novità, dato che la Chiesa Cattolica ha una lunga serie di massacri ed uccisioni perpetrati nel nome di Dio in virtù di meri pregiudizi: donne, mancini, pellerossa, stranieri... tutti hanno scoperto che dentro al Vaticano c'è chi usa Dio come un'arma di morte. E non è diverso l'atteggiamento di chi a tre anni dall'approvazione del matrimonio egualitario in Francia è disposto ad applaudire all'estrema destra dietro promessa di una discriminazione sistematica e violenta delle minoranze.
Ed è così che sabato scorso il movimento politico e violento denominato "La Manif Pour Tous" è tornata nelle piazze per chiedere l'annullamento della pari dignità oggi garantita anche alle famiglie gay. La loro teoria è che l'eterosessualità renda ariani e che forse Hilter non sbagliava molto a sterminare chiunque non si uniformasse alla loro volontà.
Circa 24mila persone hanno applaudito Marion Le Pen del Front National, in quell'ottica in cui diaetro a queste forme d'odio ci sono sempre e solo i partiti anti-europeisti finanziati dalla Russia di Putin. Non è un caso, infatti, se a fomentare l'odio in Italia ci sia la Lega di Salvini o se in Germania ci sia la Demo fur Alle: tutte realtà di estrema destra strettamente legate alle lobby integraliste statunitensi e tutti accumulatati da una politica antisemita, razzista e omofoba in cui Putin viene indicato come il salvatore che potrà imporre il cristianesimo con la forza a chiunque osi dissentire dalla volontà dei leader ortodossi.
4 commenti