I lettori de Il Giornale: «Accoglienza? Bergoglio predica il Vangelo di Satana: noi veri cristiani sappiamo che i gay vanno messi a morte»



Mentre il mondo provava pena per un Papa talmente sprovveduto da rendersi portavoce della bufala gender, i cattolicissimo lettori de Il Giornale lo hanno bersagliato di insulti perché ritenuto troppo poco omofobo. Dinnanzi ad un pontefice che ha ha attaccato i gay in virtù di un orientamento sessuale che lui persevera a ritenere una «tendenza», i lettori del quotidiano hanno espresso commenti al vetriolo contro chi diceva che i gay vanno comunque accolti e non è bene gettarli dai tetti dei palazzi così come forse alcuni di loro vorrebbero fare.

In merito all'accoglienza dei gay, c'è chi scrive: «Bravo Papa furbesco! Questo è solo il tuo pensiero! Chi vuoi convincere? Forse la maggioranza dei tuoi fedeli che,ovviamente, sono contrari? Vedi,loro usano il cervello prima del cuore!». Un altro prova a dare lezioni di teologia al pontefice nel sostenere: «Spiace avere un Papa ignorante. Dice San Paolo: "Non illudetevi: né immorali, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio” (1 Cor. 6,9-10); “…La legge non è fatta per il giusto, ma per i non giusti e riottosi, per gli empi e di peccatori, per gli scellerati e i profani, per i padricidi e matricidi e omicidi, per i fornicatori, per i sodomiti, per i ladri d'uomini, i bugiardi, gli spergiuri…”(1 Tm. 1,9). Ma forse Bergoglio San Paolo non l'ha mai letto. Anzi, neppure sa chi sia».
Non manca chi cita gli Islamici mentre inneggi al fondamentalismo cattolico: «Credo che siamo tutti d'accordo con Papa Francesco. Sarebbe giusto modificare il catechismo insegnato oggi ai bambini. Fra I Quattro Peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio (o del cielo) il catechismo cita il "peccato impuro contro natura" (o simile concetto). La modifica sarebbe un passo avanti nel processo di differenziazione del culto Cristiano sull'oscurantismo medioevale del culto Islamico che ancora prescrive l'uccisione dei gay e la lapidazione delle adultere». Ed immancabilmente c'è chi aggiunge: «Questo papa parla troppo. Dice cose che coinvolgono "casa mia" e non casa sua. Sui migranti poi il disastro "invasione" è al culmine» o «ogni giorno una perla anche se stavolta ha dimenticato di nominare i (suoi) fratelli islamici, rom, africani, albanesi e rumeni».
Dopo il razzismo non poteva mancare chi sostiene che ci siano sempre altre priorità: «E piantalaaaaaaa! Pensa alla povera gente italiana, senza lavoro, senza risorse e sai che in una famiglia in difficoltà aumenta lo stress da privazioni e lo stress da privazioni, alla lunga è deflagrante. Poi, prega e pulisci in casa tua che ne hai ben d'onde!». E non manca neppure chi pensa di essere più cristiano del Papa in virtù dell'odio che si prova verso gay e stranieri: «Cristo non ha accolto nessuno, ha fatto solo una proposta a tutti gli uomini di qualsiasi razza e sesso per la loro salvezza». «Lo Spirito Santo continua ad essere distratto». «Com'era la storia di Sodoma e Gomorra?».
Bhe, la storia di Sodoma e Gomorra era una condanna a chi non offre accoglienza e non ai gay, ma è sulla base di un personale pregiudizio che questa gente cita quell'episodio per condannare i gay e per negare accoglienza. Il tutto sostenendo ci aver capito la Bibbia meglio di chiunque altro. Ma nell'interpretazione dei lettori de Il Giornale le cose sono diverse: «Il libro sacro dei cristiani condanna queste pratiche, non è il catechismo che lo insegna ma bensì la Bibbia. Sodoma e Gomorra furono distrutte per molto meno di quanto questa umanità dissoluta sta facendo».

Tra i commenti c'è chi dice che i gay sono peccatori per nascita («A leggere testo e commenti si evince che l'ignoranza dei rudimenti della religione cattolica è oramai sì tanta che anche un papa che ribadisce l'ovvio fa notizia e genera incomprensibili incomprensioni. Da sempre la Chiesa accoglie a braccia aperte i peccatori purché si pentano e si convertano») o chi chiede uno scisma («Sono uomo di mondo, attento alle novità e alle nuove esigenze. Bene. Che Bergoglio fondi una nuova chiesa, che so.... la Nuova Comunione Ecumenica Cattolica Bergogliana , e prosegua quindi nella predicazione delle proprie scempiaggini. Che non può però continuare a dire come Papa. E saremo tutti contenti».
Ed ancora: «Certo che Gesù li accoglierebbe, ma dicendogli di tornare alla GIUSTA naturalità della vita. Questo Papa dovrebbe aprire il Nuovo Testamento, studiarlo e comprendere le parole di Paolo di Tarso». «I veri cattolici dovrebbero prendere le distanza da questo terzamondista e terzasessista!». «Gay e trans hanno tutto il diritto di vivere la loro vita secondo ile proprie tendenze. Ma non vedo cosa ci sia da ostentare. Ostentare è sempre negativo in ogni campo verso tutti. Rispetto chiama rispetto».

Un tizio aggiunge: «In realtà il titolo è una forzatura. Bergoglio non dice che essere gay o divorziati non sia peccato, dice che una volta che si prende coscienza che ci sono si possono fare due cose, emarginarli e colpevolizzarli o accoglierli lasciando al Padre giudicare. E non dice che non giudicherà il loro peccato in senso negativo. Il problema è che Bergoglio e la Chiesa sono confusi su ciò che dire a chi deve assecondare la sua natura o meno,perché non sanno più come argomentare. Paradossalmente conviene peccare ed accogliere la misericordia e non essere tormentati su cosa è giusto fare quando devo scegliere se divorziare o meno assecondare il mio essere gay o meno. La Chiesa è molto confusa combattuta tra dottrina e modernità».
Un utente con evidenti problemi nell'uso delle virgole rincara: «Mi fa piacere, quando leggo di appunti mossi a questo Gesuita,che non è altro, proprio in considerazione che il Vangelo e la Bibbia, perfino, NON, dico NON parlano,come Bergoglio,detto il papà dei miserabili, anzi! Mi piacerebbe, d'altronde, sapere, le conoscenze che navigano nelle capoccie di quei giornalisti, infiltrati al suo seguito, con il solo scopo, di farsi propinare stu....te, anche in latino!? Possibile, che non ce ne sia uno che dico uno, in grado di contestare ciò che va sfarfugliando l'HOMO venuto dall'Argentina? E che diavolo!».

E c'è persino il solito complottista pronto a sostenere che «Come al solito i discorsi del Papa sono distorti e manipolati da giornali, telegiornali e mass media in generale dietro i lauti finanziamenti che le redazioni ricevono da Soros ed altri finanziatori occulti di guerre e propaganda gay/gender».
Altre lezioni di finta teologia giungono da chi scrive: «Gesù perdona sempre chi si pente ma solo a patto che non pecchino più. Vedasi l'episodio dell'adultera alla quale il Signore dice che è perdonata ma le raccomanda di non peccare più. Il Vangelo non dice: continua a peccare perché se non c'è pentimento e proposito di non proseguire nel peccato non c'è alcun perdono. Le parole di Gesù (tralascio quelle di San Paolo) sono di una chiarezza disarmante che nessuno neppure il Papa potrà mai mutare. Il sodomita per essere perdonato non deve continuare ad esserlo. Studi anziché tacciare di ignoranza il suo prossimo». E cìè pure chi sostiene che la Chiesa serva a condannare la gente: «Se Gesù accoglie tutti buoni e cattivi allora a cosa serve la Fede cristiana? a cosa serve la Chiesa cattolica?». «Questo sta ridicolizzando i fedeli cristiani».
A fonte di gente che giustifica la il proprio odio nominando Dio, questa gente si lancia pure nell'affermare: «Beato lui che ha questo filo diretto con Dio e con Gesù, sa quello che pensano,sa quello che vogliono...e non lo sfiora mai neanche un minimo dubbio. Bergoglio dixit. Punto. Beato lui». Ed ovviamente non mancano neppure insulti gratuiti: «Mah! Mi sembra che tutto fa brodo, ma attenzione, personalmente non inviterei mai un trans a casa». Ed ancora: «Papa Francesco ha ragione. Gesù li avrebbe accolti tutti, fatti accomodare in una stanza, e...avrebbe poi buttato la chiave».

Dinnanzi ad una sfilza di insulti e affermazioni da denuncia, non manca chi scrive: «Peccato che non si sia espresso anche a favore delle pratiche sessuali con gli animali. Rispettabili opinioni personali ma, a questo punto, quelli che tengono alta la fede cristiana sono rimasti i protestanti e gli ortodossi dileggiati da secoli».
Un altro scrive: «Beh, attraverso la preghiera mi sono messo in contatto con Gesù, e gli ho fatto la domanda specifica. ma è vero quello che dice il gaucho argentino circa la tua accoglienza a gay e trans?. risposta lapidaria di Gesù: "chi? il gaucho argentino?. ha si, quello in Vaticano che va in giro vestito di bianco? No, sono anni che non lo sento". E circa la sincerità di Gesù Cristo io non ho dubbio».
Ed ancora:  «Se è vero quel che dice bergoglione, temo che Gesù oggi avrebbe ben pochi seguaci. E forse il cattolicesimo non sarebbe mai nato. Credo che nessun papa prima di questo abbia allontanato tanti Italiani dalla chiesa. Personalmente ne conosco tanti. Ma lui va avanti, perché così vogliono Marx e Maometto». «"Accogliete gay e trans. È quello che farebbe Gesù oggi". Da non credere. Sarà ma solo oggi, perchè per 2000 anni, li ha buttati fuori dal tempio a calci, sono sempre stati considerati peccatori. Non si capisce più miente. Non si sa più a chi credere. A nessuno, e così sia, solo al nostro istinto e buon senso». «Dopo 2000 anni di papi, santi, dottori della Chiesa... arriva il Bergoglio e cambia tutto... Per 2000 anni la Chiesa Cattolica ha sbagliato! È arrivato il prof. Bergoglio a correggere tutto. Bergoglio ha letto un altro Vangelo... quello secondo Satana!». «Provo a pensarla diversamente dal post non pubblicato. Bene ha fatto il papa a dire quello che ha detto. Se non lo sa lui chi lo dovrebbe sapere, se Gesù avrebbe o no accolto gli omosessuali? Gesù parlava aramaico e gay non credo ne sapesse il significato,ecco perché li avrebbe accolti». «Questo "giù di senno" (visto che ormai pare sicuro che Gesù si sia ammogliato con Maria Maddalena,ed abbia anche avuto dei figli),non me la da a bere che Gesù,avrebbe approvato queste "deviazioni" dalla legge che regola la natura, la riproduzione degli esseri umani, ed il concetto di sano "piacere sessuale", fra un maschio e la femmina...Tutto il resto,è fuffa,da non imitare,e di cui non inorgoglirsi!!!». «Levitico 20-13 13 Se uno ha rapporti con un uomo come con una donna, tutti e due hanno commesso un abominio; dovranno essere messi a morte; il loro sangue ricadrà su di loro. L'avra' letto...?». «Papa Francesco a casa torna al tuo paese!».


Clicca qui per leggere tutti i commenti pubblicati su Il Giornale, incredibilmente tutti a senso unico nell'insultare un Papa che è ritenuto troppo poco omofobo
6 commenti