La Repubblica Ceca accellera la discussione della proposta di legge sulla stephild adoption



Secondo quanto riportato da Radio Prag, il governo ceco avrebbe accettato la discussione di una proposta di legge che mira a permettere l'accesso alla stephild adoption anche alle coppie gay che vivono un'unione civile. «Si tratta di assicurare che l'altro partner possa avere un rapporto giuridico con il bambino. Questo può rendere la vita quotidiana più facile», ha dichiarato il ministro per i diritti umani Jiří Dienstbier.
L'adozione consentirebbe ai genitori alcuni diritti fondamentali come, ad esempio, la possibilità di andare a prendere i bambini all'asilo senza bisogno di un consenso scritto da parte di un genitore biologico. Inoltre in caso di morte di uno dei genitori biologici, al bambino verrebbe consentito di poter continuare a vivere con l'altro genitore al posto di essere spedito in un orfanotrofio così come accade oggi.
Il cambiamento non permetterà invece il diritto di adozione alle coppie omosessuali senza che almeno uno dei due componenti risulti legato biologicamente al bambino, dato che il tema era stato accantonati dal precedente governo dopo le proteste dei soliti gruppi cattolici. Ed infatti Paul Bělobrádek, presidente della Democrazia Cristian., già preannuncia che loro faranno di tutto per garantire che i bambini dei gay siano discriminati o che possano essere spediti in un orfanotrofio al solo fine di compiacere l'integralismo cattolico.
La Repubblica Ceca ha introdotto le unioni civili tra persone dello stesso sesso nel 2016. E nonostante non sia prevista per loro alcun diritto di adozione, la legge garantisce il riconoscimento come genitori se l'adozione viene effettuata all'estero.
2 commenti