Pechino Express: I #socialisti impersonificano le due mamme lesbiche di Costantino



Continuano la avventure di Pechino Express, ormai giunto alla sua settima tappa. Come consuetudine i concorrenti hanno dovuto cercare ospitalità e aiuto da parte della popolazione locale per proseguire nel loro viaggio, ma anche questa volta non sono mancate alcune sfide in cui i concorrenti si sono dovuti mettere in gioco. E se durante la prima sfida la coppia dei #contribuenti è riuscita a vendere una delle sue borse ad un ragazzo che Cristina Bugatty non ha mancato di apostrofare senza mezzi termini come «un bono senza precedenti», è nella seconda prova che Costantino ha chiesto ai due #socialisti di impersonificare due mamme lesbiche di san Francisco. La prova prevedeva che i concorrenti mettessero in scena una televendita di alcune tavolette di cioccolato, ma la scelta di Alessio ed Alessandro di indossare alcune parrucche colorate è risultato il pretesto per suggerire l'idea di una famiglia arcobaleno. Naturalmente vien da sé che quel momento non sia stato dettato da chissà quale rivendicazione politica, ma resta il fatto che si sta iniziando a far passare l'idea che una famiglia composta da genitori dello stesso non si nulla di così strano ma si è semplicemente dinnanzi ad una tra le varie possibilità.
E se qualche spettatore più malizioso si sarà soffermato sulla scena in cui Alessio se ne andava in giro per il mercato con una banana in bocca o sul letto matrimoniale che i due avevano improvvisato con alcune sedie, resta l'evidenza di come il livello di rispetto di esclusività risulti sia su un altro pianeta rispetto al reality concorrente che va in onda su Canale 5, più volte finito al centro di polemiche per la troppa omofobia.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]
Commenti