La NuovaBQ sostiene che i "cristiani" debbano poter sottrarre i figli alle coppie gay



È interessante osservare come La Nuova Bussola Quotidiana ami ricorrere ad imbarazzanti semplificazioni per sentenziare frasi decontestualizzate che paiono avere l'unico scopo di invitare i propri lettori ad un cieco odio contro i gruppi sociali che da anni risultano vittima della persecuzione violenta di Riccardo Cascioli. Nella loro versione dei fatti, il gruppo integralista afferma:

I nomi dei protagonisti non si conoscono, ma i particolari sì. Il tutto accade in Inghilterra. Lui e lei, coppia sposata, hanno in affidamento due bambini. Quando l’affidamento sta per terminare vengono informati che possibili genitori adottivi saranno due persone omosessuali. I due esternano i loro dubbi e difendono la famiglia naturale. Al fine poi di evitare che i due bambini finiscano per essere cresciuti dalla coppia omosessuale chiedono loro di poterli adottare.
Richiesta respinta proprio perché hanno mostrato atteggiamenti omofobi nei confronti della coppia gay. Quindi non solo le coppie gay possono adottare, ma vengono privilegiate rispetto alle coppie etero.

Innanzi tutto è bene precisare che la motivazione che la Bussola fornisce quali verità rivelate non è altro che una supposizione che la coppia, appartenente ad un gruppo cristiano molto conservatore, ha rilasciato ai giornali. E basta anche solo scorrere la ricostruzione di Cascioli per domandarsi perché mai abbiano chiesto l'adozione solo dopo aver saputo che quei bambini sarebbero stati affidati ad una coppia gay.
Se la teoria sul fatto che i gay vengano "privilegiati" è talmente ridicola da non meritare alcun commento, andrebbe anche osservato che i bambini non sono un giocattolo dei sedicenti cristiani e che una protezione da possibili violenze è quantomai auspicabile soprattutto se non si conosce ancora il loro reale orientamento sessuale. Perché è fondamentale domandarsi come accadrebbe ad un bambino affidato a quei due omofobi se non dovessero piacergli le donne, magari rischiando pure di venir spedito in quei centro di tortura psicologica organizzati da estremisti cristiani che Cascioli è solito promuovere dalle pagine del suo sito.
Ormai siamo dinnanzi alle rivendicazioni di gente che si dice convinta che i sedicenti "cristiani" debbano poter strappare i bambini dalle mani dei loro genitori qualora abbiano da ridire su ciò che fanno tra le lenzuola.
2 commenti