Stati Uniti. Un 75enne è stato aggredito al grido di «Trump dice che possiamo uccidervi tutti, froci»



Continuano a sentirsi gli effetti di una campagna elettorale in cui il presidente statunitense Trump ha cavalcato qualunque forma di odio e di pregiudizio per ottenere in consenso dei cittadini.
Questa volta a pagarne le conseguenze è Chuck Redding, un 75enne che vive a Sarasota, in Florida. L'uomo è stato aggredito all'esterno della sua abitazione da supporter del candidato conservatore al grido di «Trump dice che possiamo uccidervi tutti, froci».
L'anziano stava tornando in automobile quando si è accorto si essere seguito. Ha così deciso di accostare quando l'aggressore è sceso dalla sua macchina ed ha iniziato a tirare pugni alla portiera fino a quando non è riuscito ad obbligarlo ad aprirla.
A quel punto il 75 è stato preso a calci, pugni e spintono sino a registrare una contusione al braccio, una frattura del piede e segni su tutto il corpo. Ma il risvolto più agghiacciante è ciò che la vittima ha raccontato ai giornalisti: «Sapete cosa diceva? "Sai, il mio presidente Trump dice che possiamo uccidervi tutti, froci". È stato assolutamente orrendo».

Clicca qui per ascoltare l'intervista.
3 commenti