Gambia, dopo 22 anni finisce l'era dell'omofobo Yahya Jammeh



Dopo conquistato il potere 22 anni fa con un colpo di stato, il presidente uscente Yahya Jammeh è uscito perdente alle elezioni tenutasi in Gambia il 1° dicembre. Il candidato dell’opposizione, Adama Barrow, ha conquistato il 45,5 per cento dei voti, contro il 36,6 per cento di Jammeh. L'ex presidente era noto per la sua ferocia contro i gay: li invitò a non entrare nel Paese, ne chiese la decapitazione e introdusse un'infausta legge che criminalizzava i rapporti tra persone dello stesso sesso con pene detentive sino all'ergastolo.
1 commento