Il concerto di fine anno del coro Omphalos Voices, tra canto e impegno sociale



Venerdì 16 dicembre, alle ore 21 presso l’Auditorium di Santa Cecili, si terrà l’ormai tradizionale “Voci d’Inverno”. Si tratta del concerto di fine anno di Omphalos Voices, coro dell’associazione Omphalos Arcigay Arcilesbica. L’evento, patrocinato dal Comune di Perugia, sarà una coinvolgente serata di musica e spettacolo con la partecipazione straordinaria di Mikamale Teatro.
«Omphalos Voices non è un semplice coro –commenta Stefano Bucaioni, presidente dell’associazione– Omphalos Voices è un’esperienza che fonde canto e impegno sociale attraverso la partecipazione di coristi e coriste di qualsiasi orientamento sessuale o identità di genere. Persone che rivendicano, attraverso la musica, l’uguaglianza, la non discriminazione e la parità dei diritti civili. Persone che sentono la necessità di costruire una società inclusiva e libera da stereotipi in cui siano rispettate e valorizzate tutte le differenze. E lo fanno attraverso la musica.»
Il coro Omphalos Voices, al suo secondo anno di attività, è diretto dal Maestro Sergio Briziarelli, che ha creduto sin dall’inizio in questa importante esperienza e che ha messo a disposizione il suo tempo e le sue competenze per far crescere un gruppo che conta ormai oltre 40 coriste e coristi. Nella sua ultima uscita pubblica, in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omofobia, Omphalos Voices ha organizzato una rassegna, insieme ai cori dell’Università degli Studi di Perugia e del Liceo Scientifico Galileo Galilei, che ha registrato il tutto esaurito alla Sala dei Notari.
«Il concerto di quest’anno aderisce al cartellone nazionale “In Coro Contro AIDS” –aggiunge Emelyne Beucler, coordinatrice del coro– il cartellone nazionale è un’iniziativa dei cori LGBTI (lesbici, gay, bisessuali, trans* e intersex) italiani che, in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, hanno dedicato gli eventi musicali di dicembre al sostengono della cultura della prevenzione alle malattie sessualmente trasmissibili e della lotta allo stigma sociale che subiscono le persone che convivono con HIV. Dopo Varese, Bologna, Padova e Roma grazie a Omphalos Voices l’iniziativa arriva anche a Perugia».
Commenti