Roberto Formigoni condannato a 6 anni di carcere per corruzione e associazione a delinquere



Osannato dagli omofobi di mezza Italia, Roberto Formigoni sorrideva tronfio mentre se ne stava vicino ad un prete pedofilo ad applaudire i rantoli d'odio di un Adinolfi sponsorizzato dalla giunta Maroni per sostenere che i bambini vanno "difesi" da chi osa dire loro che non c'è nulla di sbagliato in loro e nei loro affetti anche qualora non dovessero essere prettamente eterosessuali. Ma c'è da domandarsi quanto si sarebbero potuti davvero difendere i bambini e le loro famiglie con quei milioni di euro che ha sottratto al bene comune.
I giudici della decima sezione penale del Tribunale di Milano lo hanno infatti condannato a 6 anni di carcere per corruzione e associazione a delinquere.
L'ex presidente della Regione Lombardia, oggi senatore del Nuovo Centrodestra, dovrà anche restituire tre milioni di euro alla Regione, nonostante una simile cifra appaia irrisoria a fronte dei 70 milioni di euro che avrebbe sottratto al sistema sanitario lombardo per finire sui conti delle società del faccendiere Pierangelo Daccò e dell’ex assessore Antonio Simone, i quali avrebbero ricambiato il favore con circa 8 milioni di euro investiti per concedere a Formigoni una lunga serie di viaggi esotici e alberghi di lusso.
2 commenti