Una "Pop Apocalypse” per il Capodanno al Cassero



Si chiama "Pop Apocalypse" l’evento che il Cassero (via Don Minzoni 18, Bologna) organizza per la notte di San Silvestro, sabato 31 dicembre. Quasi otto ore di party, dalle 23,30 alle 7, all’insegna del Pop, tra il tributo e la scaramanzia, per lasciarsi alle spalle l’annus horribilis che volge al termine. L'eventyo viene così introdotto dagli organizzatori:

Che l’ora dell'Apocalisse sia davvero giunta? In più di un’occasione questo 2016, in cui abbiamo detto addio a tante icone, ci ha costretti a porgerci questa domanda. Ma se Apocalisse deve essere, allora che sia una Pop Apocalypse, una notte in cui esorcizzare le paure, in cui ballare tutte le hit più acclamate e salutare carichi di auspici l’anno nuovo. La Pop Apocalypse include anche un dresscode, un invito al travestimento: la parola d’ordine è futuro, inteso quasi come un day after, con richiami alla fantascienza dei romanzi Urania e al post atomico, a Ken Il Guerriero e al Pianeta delle scimmie, a Barbarella e ai mutanti. Il mainfloor verrà radicalmente trasformato in una stanza della realtà virtuale, grazie alle installazioni video e ai mapping a cura di Madlen_000 e Luca Zanna che si arrampicheranno tra i mattoni possenti dell’antico edificio. In questo spazio sospeso tra la storia e l’immaginazione si alterneranno i dj delle migliori serate del Cassero, a partire dai Poppen, reduci dal successo di In Nome Del Pop Italiano, seguiti da Magda Aliena, l’incredibile creatura che seleziona musica a Stargayte, per finire con Mr. Mario Vox, dj e cuore pulsante di I Love Rock’n’Roll. Per gli amanti delle atmosfere raccolte ci sarà anche un secret privé, battezzato “Il Ghetto dei mutanti”: lì suoneranno Mc Nill dj della serata Pussy Galore e i Twin Freaks di Ghetto Fab. 

Per maggiori informazioni sull'evento è possibile consultare il sito de Il Cassero.
Commenti