Canada, apre il fuoco sui fedeli della moschea di Quebec City



Il primo ministro canadese, Justin Trudeau, non ha avuto dubbi nel definirlo «un attacco terroristico contro i musulmani». Un uomo è entrato in una moschea di Quebec City durante la preghiera della sera ed ha aperto il fuoco sui fedeli. Il bilancio è di cinque feriti gravi.
La polizia ha arrestato il 27enne Alexandre Bissonnette, ritenuto il responsabile dell'attentato. I media canadesi riferiscono viva a Cap-Rouge e studi antropologia e scienze politiche presso la locale università Laval, la più antica in lingua francese del Nord America.
Su Facebook il giocane inneggiava a «Trump, Marine Le Pen e le forze di difesa israeliane» in quella chiave in cui pare che il populismo misto a fanatismo religioso predicato dalle destre occidentali non paia avere effetti dissimili dal fondamentalismo islamico.
1 commento