Ed ora Silvana De Mari dice che i gay sarebbero pure pedofili oltre che anormali...



Intenzionata a trarre tutto il profitto possibile da quell'integralismo cattolico che plaude ad ogni suo insulto rivolto contro gay e lesbiche, la signora Silvana De Mari ha fondato su Facebook una "community" in cui alterna la promozione dei suoi libri a proclami contro interi gruppi sociali. E c'è da rimanere sbigottiti dinnanzi alla malafede e alla totale assenza di etica di chi sfrutta persone uccise dall'omofobia al fine di creare nuova omofobia (una violenza che la signora sostiene debba essere ritenuta «un diritto umano»).
Mischiando omofobia e razzismo in parti uguali, la nuova guru degli ultra-cattolici non ha trovato nulla di meglio da fare che associare tra loro una fotografia scattata ad un Gay Pride statunitense all'immagine di alcuni gay condannati a morte in Iraq per motivi religiosi. Ovviamente non c'è nesso tra le due cose, perché sarebbe come associare la foto di lei che si diverte con i suoi pupazzi ad un'immagine proveniente da Aleppo... ma si sa che nella propaganda il buonsenso pare non esistere.

Con una ferocia disumana, la donna scrive:

L'indifferenza del movimento lgbt per le persecuzioni subite da omosessuali sotto l'islam lascia molto perplessi. Quindi possiamo serenamente concludere che il benessere degli omosessuali non è la loro battaglia. Quale è la loro battaglia? Una sola, ed è il motivo per cui i poteri forti, ONU; UE eccetera, li appoggiano. Distruggere il Cristianesimo. Mosè Cristo e San Paolo condannano la sodomia. Quando Cristo afferma che coloro che non credono saranno puniti ancora più duramente degli abitanti di Sodoma, sta condannando la Sodomia. Se è vero che l'omosessualità è buona e giusta, allora è giusto condannare il Cristianesimo come falso. Podesta, il vice della Clinton ha ufficialmente dichiarato che avrebbero chiuse le Chiese , ree di rifiutare i matrimoni gay. Sacerdoti sono già stati inquisiti per avere letto San Paolo. Hanno ragione loro: se accettiamo l'affermazione (falsa) fatta dall'APA che la cosiddetta omosessualità sia una forma alternativa di normalità , allora Mosè, Cristo e San Paolo avevano torto, ed è giusto che le chiese siano chiuse. Perché sono scesa in campo? Il movimento lgbt vuol distruggere il Cristianesimo. Il movimento lgbt è il grimaldello con cui alcuni poteri forti stanno finalmente vietando il Cristianesimo, lo stanno spazzando via, così da lasciare lo spazio all'islam. I due fenomeni sono collegati. Che nell'islam gli omosessuali siano atrocemente perseguitati è indifferente a queste persone. Il 20% della campagna della omofila Clinton è stata finanziata dall'Arabia Saudita, dove le persone ritenute omosessuali vengono uccise.

Pare inutile commentare le assurdità contenute, così come pare disonesto il suo sostenere che nessuno si occupi degli stati che criminalizzano l'omosessualità (semmai è quell'associazione a lei vicina che difende a spada tratta ogni legge che punisce l'omosessualità, ndr). E se basterebbe conoscere la Bibbia per sapere che Sodoma è stata condannata per la mancanza di ospitalità e non per l'omosessualità (che peraltro non pare ci fosse dato che "il buono" della situazione cercò di far stuprare le sue figlie dagli abitanti della città), il tentativo di mettere in opposizione Dio e i gay sembra quanto di più patetico si possa fare.

Ma dato che al peggio non c'è mai fine, l'omofona lancia un appello a presunti gay che dovrebbero aiutarla a sostare che i gay facciano schifo. Dice:

Chiedo a coloro che si ritengono omosessuali di aiutarmi, di aiutarmi contro il movimento lgbt che non li rappresenta e che non li protegge. E di aiutarmi a difendere la libertà. Avevo deciso di essere tollerante, tutto sommato, in effetti, perché attaccare, c'è il rischio di destabilizzare qualcuno già fragile. Non ho mai creduta vera l'affermazione sulla normalità dell'omosessualità, ma ho creduta vera l'affermazione sulla inevitabilità per alcuni di questi comportamenti, e mi sembrava corretto lasciare che ognuno vivesse come vuole senza critiche. Perché ho cambiato idea? La persecuzione religiosa del movimento lgbt contro il Cristianesimo. La persecuzione del movimento lgbt contro la libertà di parola. Le scuole cattoliche inglesi costrette a parlare a favore dei matrimoni omosessuali. La parola matrimonio nasce da madre, il matrimonio serve perché un uomo protegga la donna che porta la maternità dei suoi figli così che lei possa diventare madre. Il matrimonio omosessuale non ha questa funzione, quindi è senza funzione, ed apre al matrimonio islamico poligamo. Se va bene tra due uomini, perché non tra tre uomini? E perché non tra un uomo e quattro donne? Love is love. Le mute di centinaia di migliaia di dollari ai pasticcieri che rifiutano di fare ridicole torte con sopra due ometti o due donnine, i sindaci francesi condannati per essersi rifiutati di celebrare cerimonie che trovano insensate. Le mostruose trasmissioni fatte da Rai 3. La legge Cirinnà, la pensione di reversibilità garantita a omosessuali e a chi finge di esserlo, in una nazione dove non c'è più denaro per nulla, una nazione alla fame.

Insomma, lei esige che i suoi privilegi vengano pagati da persone ridotte in schiavitù a cui lei esige vengano negati pari diritti. Ed è citando a pappagallo quella ideologia del dipresso promossa dai vari Amato ed Adinolfi che la signora pare preoccupata di non poter beneficiare dei contributi versati a fondo perso da quei gay che lei vorrebbe veder morire di fame mentre pagano la sua reversibilità.

Il discorso degenera ulteriore quando la signora attacca le associazioni gay sostenendo che non parlino di malattie sessualmente trasmissibili nelle scuole. Eppure le sarebbe bastato chiedere lumi al suo avvocato per sapere che è stato proprio lui a denunciare alcune di quelle associazioni proprio per aver affrontato quei temi. Furono infatti i Giuristi per la vita a sporgere denuncia verso alcuni volontari, asserendo che i «rappresentanti dell'Arcigay, dopo aver tenuto in classe una lezione contro l'omofobia, hanno distribuito a studenti minorenni un opuscolo illustrativo intitolato "Safer sex HIV e Infezioni Sessualmente Trasmissibili", il cui contenuto denota un evidente e sconcertante natura pornografica omosessuale». Ma è sempre nella negazione della realtà che lei spergiura:

L'indottrinamento fatto nelle scuole da attivisti lgbt pagati con denaro pubblico che parlano di omosessualità senza nominare le parole aids e sifilide e se le nominano affermano che sono stereotipi. L'orrendo spettacolo "Io sono Alex e sono un dinosauro" dove un processo di psicosi a personalità multiple viene presentato ai ragazzi come positivo. Non si costruisce sulla menzogna. Un ultimo tassello. Piccole aperture sempre più ufficiali del movimento lgbt statunitense alla pedofilia. I pedofili si chiamano map , persone attratte da minori. Il circolo lgbt di Roma, è intitolato a Mario Mieli, cantore di pedofilia, necrofilia e coprofagia. Posso assumere che tutti gli iscritti provino simpatia per queste pratiche? O che almeno non ne provino nausea? Posso?

E pareva immancabile il solito tentare di accomunare i gay alla pedofilia, magari stringendo a braccetto quei pedofili che sono presenti nella sua Chiesa e che partecipano pure agli incontri omofobi con Adinolfi.
1 commento