Forza Nuova, tra manifesti fascisti e raccolte fondi per impedire l'estradizione in Italia di un camerata condannato a 8 anni di prigione



È attraverso manifesto che rimandano alle adunate del regime mussoliniano degli anni Venti e Trenta, con tanto di schiere di militi fascisti disegnati con il fez e la bandiera nera in mano, che Forza Nuova sta pubblicizzando la sua manifestazione del 14 gennaio nel centro di Milano.
Secondo il Comitato lombardo antifascista e l'Osservatorio sulle nuove destre, si tratta di «un'aperta ed esplicita apologia del fascismo. L'ennesima provocazione di una formazione, Forza Nuova, che già due sentenze della Cassazione (2010 e 2011) hanno ritenuto legittimo equiparare a una formazione "antisemita" e "nazifascista"». Attraverso un appello diretto al sindaco Giuseppe Sala, alla prefettura e alla questura di Milano, si chiede «se e come sia stato possibile autorizzare tale evento nelle vie centrali di Milano Forza Nuova da tempo sta cercando un proprio spazio a destra della stessa destra più becera, radicalizzando parole d'ordine soprattutto contro i profughi e i migranti che giungono nel nostro Paese, ma anche seminando odio e veicolando notizie false e allarmistiche, come accaduto di recente con le accuse ai migranti, sulle proprie pagine Facebook, di essere portatori dei batteri della meningite. Questa manifestazione rappresenterebbe un'offesa a Milano, città Medaglia d'oro per la Resistenza, e anche un pericolo per l'ordine pubblico vista la scelta degli organizzatori di reclamizzare l'evento con immagini di schiere di militanti fascisti in parata».
Dello stesso parere è anche l'Anpi milanese, pronta a chiedere a Sala di prendere una decisione in merito: «Questo ennesimo provocatorio episodio è particolarmente preoccupante anche perché è previsto proprio a ridosso del Giorno della Memoria nel quale si ricordano la Shoah, le famigerate leggi antisemite del 1938, la deportazione politica, operaia e quella dei 650.000 militari italiani catturati dai tedeschi dopo l'8 settembre 1943».
Il corteo di Forza Nuova sarà preceduto da una manifestazione della rete Skin4skin, ossia di un gruppo forzanovista che si prefigge di aiutare i camerati in difficoltà. LIl loro intento è di raccogliere fondi per Adam Alexander Mossa, un 26 anni ex membro dei Bulldog di Lucca che è stato condannato ad 8 anni di carcere in Italia per lesioni. Componente della banda nazirock Nessuna Resa, Mossa è stato condannato per l'assalto alla birreria Bruton di San Cassiano di Moriano, avvenuto la sera del 10 maggio di cinque anni fa. Quel gesto costò l'occhio sinistro a un avventore del locale. Dopo mesi di latitanza, è stato arrestato in Gran Bretagna da Scotland Yard: l'obiettivo dei neofasisti è di raccogliere i fondi necessari a pagare la cauzione per impedire l'estradizione in Italia.
Commenti