I neonazisti varesini lanciano una petizione per chiedere l'arresto degli ex-partigiani



L'Anpi è «un'associazione da mettere fuorilegge», bisogna «chiudere fino all'ultima sezione» e i partigiani ancora in vita «vanno processati tutti per crimini di guerra». È questa la petizione promossa dai neonazisti della comunità militante dei Dodici Raggi (Do.ra.), un gruppo di estremisti che è attiva da quattro anni a Caidate e che recentemente era stata al centro di un'inchiesta pubblicata da Repubblica.
Loro si scambiano saluti fascisti, negano l'olocausto e sostenmgano che siano stati gli ebrei a fare guerra a Hitler. Anche nella loro petizione si presentano con il simbolo del Sole nero che è simbolo del castello dove avevano sede Ss naziste. E come ormai di moda fra gli integralisti, anche loro invitano «il popolo» a far chiudere l'associazione nazionale dei partigiani d'Italia.
Recentemente i deputati Emanuele Fiano, Daniele Marantelli ed Eleonora Cimbro avevano presentato un'interrogazione parlamentare urgente al ministro dell'Interno per chiedere che intervenga su questa realtà, ossia su una comunità militante che continua a fare proseliti e ad organizzare campagne e iniziative discriminatorie sul territorio, soprattutto a danno di ogni minoranza.
1 commento