Il blitz di Christus Rex a Verona: «Sì alle colonie, no all’immigrato»



«Sì alle colonie, no all'immigrato». È questo il contenuto dello striscione affisso dal gruppo integralista su Ponte Pietra, nel centro di Verona. Il gesto è stato rivendicato anche attraverso un comunicato stampa che cerca di sostenere che "cristianesimo" sia da intendersi come un sinonimo di intolleranza. Scrivono:

I veri cattolici veronesi non sono buonisti e non accettano l'”accoglienza-business” sulla pelle delle persone, spacciata come carità da personaggi senza scrupoli. Con il gesto dimostrativo dell’affissione dell’allegato striscione su Ponte Pietra, a due passi dall’ostello ove un gruppo di immigrati ha inscenato una vergognosa protesta, finora impunita, il Circolo Cattolico Christus Rex intende rispondere a “Famiglia Cristiana” (o “Famiglia Africana”?) e a tutti i soloni del politicamente corretto, chiedendo il rimpatrio immediato di tutti i clandestini e proponendo la soluzione propria della miglior tradizione cattolica, che vede nella struttura coloniale la risposta al mondialismo, la possibilità di affrancare dalla povertà gli stranieri in difficoltà, a casa loro e la grande opportunità di evangelizzazione di questi popoli, per il loro Bene spirituale.

Insomma, l'invito è a sfruttare la guerra e la povertà per invadere interi territori e per imporre la propria religione. E il tutto, come prassi, viene sempre e solo legittimato nel nome di Dio e contro chiunque la pensi diversamente da loro (si veda anche il populismo con cui tentano di insultare Famiglia Cristiana).
Commenti