Padova. Grande successo per la conferenza L'influenza genetica sull'orientamento sessuale"



Martedì 24 gennaio 2017 (al Dipartimento di Scienze Chimiche di Padova) si è tenuto un incontro riguardante gli studi in merito all'origine biologica dell'orientamento sessuale. Il titolo della conferenza, organizzata dai ragazzi e dalle ragazze del progetto "L'Ombra di Galileo" (in collaborazione con Il Sindacato Degli Studenti e Asu Padova), era appunto: "L'influenza genetica sull'orientamento sessuale: verso la soluzione di un paradosso darwiniano”.
Il progetto "L'Ombra di Galileo" nasce dalla volontà di avvicinare i giovani universitari alla scienza, a prescindere dalle aree disciplinari dalle quali provengono. A dircelo è Daniele Cuzzupè, uno dei curatori del progetto stesso. «Porsi sullo stesso piano per la condivisione della conoscenza -prosegue Daniele- è, a mio avviso, il modo migliore affinché messaggi e contenuti passino efficacemente dal relatore ai partecipanti».
Lo spirito che anima questi incontri è proprio quello di rendere fruibili contenuti che difficilmente gli atenei italiani riescono a mettere a disposizione degli studenti e delle studentesse (quantomeno in forma conviviale e a titolo gratuito). Decisamente confortante apprendere che l’Università di Padova abbia deciso di contribuire economicamente a mirabili progetti come questo. Piuttosto sconfortante risulta invece constatare che la cronaca locale non vi riservi il dovuto spazio.
Alessandro Manzotti, uno degli organizzatori, ha voluto spiegarci la motivazione per la quale la conferenza del professor Camperio Ciani è stata così fortemente voluta: «Abbiamo deciso di includere questo tema nella nostra programmazione poiché si tratta di un tema di altissimo interesse scientifico, un punto di incontro tra scienza, psicologia, sociologia e politica. È un tema di cui purtroppo si parla troppo poco, se non strumentalizzandolo per ragioni politiche e/o religiose. E' un argomento su cui vigono la più totale confusione e ignoranza, anche nel mondo accademico».
Sugli aspetti puramente contenutistici abbiamo deciso di non soffermarci, poiché “L’Ombra di Galileo” in una nota ha precisato che verrà resa disponibile una videoregistrazione dell’evento.
L'incontro si è svolto in un clima di assoluta serenità e di palpabile curiosità. «Le eventuali polemiche pretestuose, critiche o proteste non ci fanno certo paura» puntualizzava infatti Alessandro Manzotti nel giorno precedente l'evento, in aggiunta alle dichiarazioni citate poc'anzi. La città di Padova infatti, in merito alle questioni inerenti l’orientamento sessuale, ha dimostrato in questi ultimi anni una profonda spaccatura. «Potrebbero nascere dibattiti anche molto accesi durante la discussione –proseguiva Alessandro– ma se dovesse succedere risponderemo come sempre, con la forza della scienza e del dialogo». Nulla di tutto ciò è fortunatamente avvenuto.
L’esposizione del professor Camperio Ciani è stata concisa, lineare e rigorosa e il grado d’interesse è stato tale da costringere, se così si può dire, gli organizzatori a mettere a disposizione dei fruitori una seconda sala (a causa del superamento della capienza massima) fornendo la diretta streaming dell’evento.
Presente una cospicua delegazione del gruppo giovanile padovano di Arcigay, associazione che nei giorni precedenti aveva pubblicizzato l’evento attraverso i propri canali ufficiali.

Alessandro Pinarello
1 commento