Ryan Reynolds non esclude scene di sesso gay nel sequel di "Deadpool"



In una recente intervista, Ryan Reynolds ha lasciato intendere che i principali studios cinematografici evitino personaggi gay per timore di alienarsi il pubblico d'oltremare. Forte della sua interpretazione di un supereroe pansessuale come Deadpool, l'attore crede non ci sarebbe molta resistenza nell'introduzione di scene di sesso gay nel sequel dato che il precedente film era già stato vietato in Cina per il suo contenuto.
Ryan ha poi spiegato che «per Deadpool l'amore non è quello che potrebbe essere per Batman o qualcun altro. Potremmo giocare di più con questo aspetto. È un outsider in ogni modo, maniera e forma. L'unica cosa da tenere bene a mente mentre procediamo con la nuova storia è "siamo fedeli al canone che abbiamo creato e accudito?". E fra queste cose rientra anche il fatto che Deadpool è innamorato di Vanessa, ma non solo perché lei è una donna. È innamorato di Vanessa perché la ama».
Lo sceneggiatore Rhett Reese ha aggiunto: «La maggior parte eroi dei fumetti sono stati eterosessuali o omosessuali. Troviamo che interessante e innovativo. Spero che possa evolvere in qualcosa di più».
Commenti