Carlo Conti e Maria De Filippi replicano alle polemiche degli integralisti



Se l'odio di Adinolfi non meriterebbe alcuna attenzione, è in conferenza stampa che Carlo Conti ha risposto alle sue patetiche accuse sulla mancata esclusione dei cantanti gay a Sanremo: «Io li ho chiamati per quello che fanno. Qui ci sono tanti artisti, fanno musica e propongono la loro arte. E poi c’è una persona che è un punto di riferimento importante, che sta a Roma ed è vestita di bianco che ha detto "Chi sono io per giudicare". Se l’ha detto lui, figurati come posso giudicare io».
Adinolfi ed altri integralisti si erano scagliati contro la presenza di Tiziano Ferro, Mika e Ricky Martin.
Una domanda simile è stata posta anche da Silvia Fumarola di Repubblica a Maria De Filippi, la quale ha risposto: «Come si fa a dire "Festival gay"? E’ un po’ come la polemica sul vestito della Leotta, mi sembra inutile. Siamo nel 2017».
4 commenti