Flop del telefono anti-gender di regione Lombardia, solo 30 chiamate in tre mesi



Risale a pochi mesi fa il "centralino anti-gender" tanto voluto dalla Lega Nord per la Regione Lombardia e costato alla collettività il "modico" prezzo di 30.000 euro. Peccato (o per fortuna) che tale spesa abbia avuto un risultato disastroso sotto il profilo della resa in quanto, tenendo conto che stiamo parlando della regione più popolata di Italia (10 milioni di persone), sono state registrate solo 30 chiamata (senza contare tutti gli scherzi telefonici o magari le chiamate sbagliate o pubblicitarie). Tale servizio ha avuto una media di una chiamata ogni tre giorni (se continua così entro la fine dell'anno scolastico il costo a chiamata sarà di circa 430 euro l'una).
Un grandissimo successo per la Lega Nord e per Maroni che potranno entrare nel guinness dei primati per la chiamata più costosa mai fatta.
Al call center sono arrivate anche 55 mail, ma non le ho contate nei costi dato che l'onere nel tenere una mail è pari zero, e, nella migliore delle previsioni, sommate alla telefonate, non si raggiunge nemmeno il singolo contatto giornaliero.

Marco S.
7 commenti