Francesca Immacolata Chaouqui dà del «vigliacco» a Dj Fabo nel nome della zia disabile (quella che onorò sfruttando il suo pass ztl dopo la morte)



Il fondamentalismo cattolico pare incapace di rispettare le scelte altrui, credendosi nel diritto di giudicare (e condannare) chiunque abbia osato compiere scelte diverse da quelle che loro avrebbero voluto imporre. Ed è così che se Dj Fabo ha deciso di intraprendere un viaggio in Svizzera per porre fine alla sua vita, Francesca Immacolata Chaouqui non pare avere alcun rispetto per la sua scelta nel sentenziare:

Io sto con quelli che lottano. Come mia zia per 68 anni su una sedia a rotelle. Come la mia maestra delle elementari per 20 anni a letto a somministrare speranza a chiunque andasse a trovarla. Sto con i padri e le madri di chi è immobile eppure non si arrende. Sto con la vita. Che comunque sia è sempre degna di essere vissuta. E DJ Fabo è un vigliacco non un eroe.
Gli eroi sono quelli che restano, quelli che sperano, quelli che nonostante tutto vanno avanti senza mollare mai. Mai. Gli eroi sono i medici che salvano la vita, comunque essa sia. Non chi somministra la morte travestita da libertà. Io sto dalla parte delle vita. E voi?

La tanto celebrata zia che è restata in sedia a rotelle per 68 anni pare proprio quella stessa zia che morì nel 2008 e che risultava intestataria del pass della ZTL romana che la Chaouqui utilizzò sino al 2015. Scoperta dalla polizia, venne accusata di falso, tentata truffa e truffa aggravata. Patteggiò 8 mesi di carcere.
E se l'aver sfruttato la disabilità a proprio vantaggio non apre certo un gesto di rispetto per la zia defunta, difficile è comprendere da quale pulpito la papessa voglia additare la pagliuzza nell'occhio del suo fratello senza curarsi della trave che è nel suo. Ancor più se si considera come un post tanto assurdo paia scritto solo ed elusivamente per far parlare di sé, forse nella speranza che qualche chiacchiericcio la possa far uscire dall'oblio in cui è precipitata data l'imminente uscita di un suo libro dedicata allo scandalo Vatileaks. scandalo che la vede condannata a 10 mesi di carcere (pena poi sospesa) per per concorso in divulgazione di documenti riservati. E forse la dignità di Dj Fabo è stata ritenuta calpestabile se la si poteva utilizzare per procurarsi maggiori introiti...
3 commenti