L'omofobia costa 100 miliardi di dollari all'anno



Secondo i dati elaborati da Erik Lamontagne, economista Unaids, l'omofobia e la discriminazione dei gay hanno un costo economico stimabile in ben 100 milioni di dollari all'anno.
Le norme repressive e il clima omofobico avrebbe un impatto sul PIL proporzionali al loro tasso, comportando danni reali alla crescita del Paese. Pratiche di assunzioni discriminatorie, disparità retributiva e basso livello di istruzione indurrebbero la comunità lgbt a guadagnare meno soldi di quanto potrebbero e,m conseguentemente, a contribuire in minor misura al pil.
«Più che il costo in sé, è la quota del costo di omofobia che è alta. Il costo, in percentuale del PIL, è sproporzionatamente più alto in ambienti più omofobi», osserva Lamontagne.
1 commento