Una bozza di un ordine esecutivo di Trump sulla "libertà religiosa" indica l'abolizione del matrimonio egualitario e il divieto alla contraccezione



Secondo alcuni documenti resi noti dalla Investigative Fund, lo staff del presidente statunitense Trump avrebbe preparato una bozza di un ordine esecutivo che mira ad abolire il matrimonio egualitario, a vietare l'aborto e la contraccezione, nonché a togliere qualunque riconoscimento giuridico alle persone transessuali.
Tutte queste richieste sarebbero state contenute in un un documento intitolato "Establishing a Government-wide Initiative to Respect Religious Freedom". Sostenendo di voler proteggere la libertà religiosa in ogni aspetto della vita di un cittadino, il documento afferma che la fede religiosa debba poter essere vantata quando si ricevono servizi sociali, l'istruzione o l'assistenza sanitaria, durante il lavoro, durante la ricerca di un'occupazione, quando si stabiliscono le regole per l'accesso ai contributi pubblici o mediante qualunque operazione avvenga nel mercato finanziario.
Un paragrafo si lancia nel sostenere che il matrimonio "è o dovrebbe essere riconosciuto" come l'unione tra un uomo e una donna e che il sesso prematrimoniale sia sbagliato. In linea con le opinioni di molti esponenti dei conversatori, il documento dostiene che la vita abbia inizio con il concepimento e che, pertanto, alle donne dovrebbero essere negata la contraccezione o la possibilità di abortire.
Si sostiene anche che i termini "maschio e femmina" debbano riferirsi al "sesso biologico immutabile" e che debbano essere definisti al momento della nascita.In altre parole, si vorrebbe negare la possibilità di cambiare il sesso anagrafico.
La stampa della Casa Bianca ha rifiutato di commentare il documento specifico, preferendo ricorrere ad un giro di parole volto a sostenete che «ci sono molti ordini esecutivi e molte cose che il presidente ha annunciato e continuerà a compiere, ma al momento non abbiano nulla su questo fronte».
1 commento