Gianfranco Amato: «Sono stato sospeso perché mi sono dimenticato di versare il contributo annuale»



È con toni isterici e aggressivi che Gianfranco Amato ha spiegato dalla sua pagina Facebook perché lo scorso 11 gennaio è stato sospeso dall'ordine degli avvocati di Grosseto. Tra proclami politici ed invettive, sostiene di «essersi dimenticato di versare il contributo annuale di iscrizione all'Albo».
Amato sostiene anche che «l'articolo 29, comma 6, della Legge 247/2012 prevede, per gli iscritti che non versano tale contributo la sospensione amministrativa a tempo indeterminato, fino a quando non avviene il relativo pagamento» ed assicura che «avendo provveduto all'incombenza, la sospensione amministrativa verrà revocata alla prossima riunione del Consiglio dell’Ordine di appartenenza».
L'uomo non ha però spiegato in che veste si sia presentato come avvocato difensore di Silvana De Mari all'audizione all'Ordine dei Medici o perché abbia acquisito nuovi clienti in un periodo in cui la sospensione gli avrebbe dovuto impedire di esercitare la sua professione, di comunicare con i clienti do di acquisirne di nuovi. Chissà, forse il suo essere cavaliere dell'Ordine Equestre del santo Sepolcro di Gerusalemme lo esenta dal rispetto delle leggi oltre che garantirgli il diritto di passo nelle nelle chiese.
2 commenti