Giovanni Toti sarà denunciato alla Corte dei Conti per lo sportello "antigender"



«Il Governatore si vedrà chiamato davanti alla Corte dei Conti per giustificare il perché stia spendendo i soldi dei liguri per una sua marchetta politica». Ad annunciarlo oggi, a Genova, è Cathy La Torre, legale Gay Lex.
I dati parlano chiaro: dopo un anno in Liguria e in Lombardia si è assistito a un «totale flop di chiamate e servizi potenziali alla famiglia». L’avvocato quindi ha spiegato che la corte dei conti deve: «valutare se c’è un danno erariale da parte della Regione Liguria, del presidente Toti che ha lanciato quest’inutile servizio».
Lo sportello è stata votata in consiglio Regionale Liguria, lo scorso novembre, su proposta del consigliere e capogruppo di Fratelli d’Italia Matteo Rosso.

Marco S.
3 commenti