I siti bufala della galassia Edinet: «I gay sono disadattati sessuali che vogliono uccidere le donne»



Gli hater dei siti bufala stanno già cavalcando l'odio integralista per creare odio contro la sentenza di Trento. la fonte è News 24 tgcom, ossia un sito sudafricano che risulta collegata alla società bulgara Edinet, già editrice di una lunga serie di testate bufala come Libero Giornale, Il fatto quotidaino (non è un refuso) o Gazzetta della sera.
Attraverso quei finti siti di informazione, la società si premura di introdurre sui social network una serie di notizie false che possano indirizzare o alterare l'opinione pubblica attraverso fantasiose rivisitazioni della realtà se non direttamente attraverso vere e proprie menzogne (furono loro a creare uno scandalo su frasi mai pronunciate da Gentiloni che riportavano come virgolettati). E dato che queste realtà non fanno mai niente per niente, c'è da chiedersi se qualcuno le stia pagando per alimentare un cieco odio contro interi gruppi sociali a vantaggio dell'ultra-destra neofascista ed anti-europeista.

In questo caso l'attacco è contro la sentenza di Trento che ha riconosciuto legittima la trascrizione di un atto di nascita di un bambino con due papà. Un fatto che loto riassumono con l'agghiacciate e isterico titolo: "Come bisogna chiamarli? Sono i due papà di Trento oppure trafficanti di bambini?". Con una violenza inumana, scrivono:

Chiamiamoli con il loro nome: trafficanti di bambini. Se c’è uno sfruttamento in atto nel nuovo millennio è quello dei gay sulle donne. Ma le "femministe fuori tempo massimo", se la prendono con i maschi, credendo, nella loro follia onirica che i gay siano i loro alleati contro lo sfruttamento. Tranne poi, in un desiderio represso di "maschio", accorrere nei cinema a vedere film dove l’uomo frusta la donna: da un eccesso ad un altro.
Quindi non siamo parlando solo di etica, ma anche e soprattutto di deliri mentali. Stiamo parlando di turbe mentali. Che non riguardano gli omosessuali, riguardano tutti coloro che vogliono il genitore 1 e il genitore 2. Tutti coloro che in nome della nuova religione vogliono uccidere l’infanzia dei bambini. Negare ai bambini un padre e una madre.

Se simili proclami paiono non lasciare dubbi su chi realmente soffra di gravissime turbe trimestrali, si passa a sostenere che quella maternità surrogata che viene sfruttata soprattutto da coppie eterosessuale sia da intendersi come una "colpa" di quei luridi gay che loro disprezzano:

Ma si, sfruttiamo giovani ragazze incapaci di intendere, povere e disperate – o semplicemente avide di denaro – per togliersi il capriccio. Cosa sono i gay, se non ricchi viziosi che sfruttano il corpo delle donne grazie alla loro ricchezza? Dove sono le femministe? Chi, più di questo tipo di omosessuali, degrada la donna a mera ‘fabbrica di bambini’? Non era, voler ‘liberare’ la donna dall’essere solo un ‘utero’, l’obiettivo del femminismo? Ecco che invece si è giunti – oggi – veramente, alla ‘donna utero’. Che viene utilizzata dai gay come ‘forno’ per i loro capricci.
Alcuni dicono che si devono ‘rispettare le libertà personali’, ma non vi è alcuna ‘libertà’, nel condannare un bambino a non conoscere mai la sua mamma. Non è libero di farlo il ricco e pervertito Vendola, e non è libera di farlo nemmeno la disgraziata che si ‘presta’ a questo scempio morale. Le donne si diano una svegliata: i gay –il loro mondo– sono vostri nemici.

Continuando ossessivamente ad invitare i lettori al più becero odio, si arriva alla solita promozione delle destre populiste quali realtà colute da Dio per garantire la discriminazione dei gay e la sottomissione della donna:

E in queste vicende di ‘uteri’ affittati e bambini comprati, non c’è solo la questione femminista che viene ridicolizzata. Ma anche uno sfruttamento del ricco sul povero che dovrebbe ‘turbare’ chi è cresciuto a pane e Marx: come è possibile, che la sinistra si sia così svenduta all’ideologia delle minoranze privilegiate, da essere sorda allo sfruttamento di classe – che sa tanto di ottocentesco – dei gay, sulle donne delle classi meno abbienti?

I filone propagandistico pare non conoscere tregua dinnanzi a chi snocciola tutti gli slogan tipici di Salvine dell'estrema destra neofascista con l'asserire:

Non solo, il mercimonio di bambini per riempire il vuoto affettivo di ricchi disadattati sessuali, è moralmente disgustoso, ma è anche una evidente sconfitta dell’idea di società per la quale generazioni di donne e operai hanno combattuto: più uguale e senza sfruttamento. La società omosessualista è il non plus ultra del liberismo ottocentesco.
La nuova lotta di classe è lo sfruttamento del gay sulla donna. Il desiderio del mondo omosessuale di ‘uccidere’ la femmina.
Ma in senso più ampio, quello che odiano, tutti i ‘diversi’, è la civiltà occidentale. La assediano su più fronti. Usano molteplici perversioni per distruggerla: l’omosessismo insieme all’immigrazione di massa è una delle armi privilegiate per indebolirla.

E’ bene che le menti pensanti d’Occidente inizino a parlare e ad opporsi all’imperante desidero di “dis-ordine” e autodistruzione che ammorba la società occidentale. La “lotta” politica del futuro non è, tra destra e sinistra, è tra Entalpia ed Entropia. Tra i fautori del disordine morale e sociale, e i difensori dell’ordine naturale delle cose.
Perché l’obiettivo del partito dell’Entropia è la dissoluzione della società occidentale, attraverso l’inoculazione nel tessuto sociale di elementi disgregatori come l’immigrazione e i sedicenti diritti gay e delle minoranze.
Perché più la società sarà disgregata, più facile sarà il controllo dell’élite oligarchica su di essa.

Sostenendo poi che il ruolo di una maggioranza sia quello di cancellare ogni minoranza esattamente come teorizzò Hilter, concludono:

La ricerca esasperata di micro-minoranze da aggregare nella lotta contro l’ordine naturale delle cose, ha l’unico e malcelato scopo dell’instaurazione di una società dis-eguale e oligarchica. Dove una élite, intoccata dall’entropia morale inoculata nella popolazione, dominerà una società-poltiglia dove l’unico valore sarà il dis-valore e il soddisfacimento immediato di ogni capriccio.
E’ questo il mondo dove i bambini si concepiscono in provetta e poi si “disconoscono”. E magari, poi, li si vende a qualche Elton John.
Viviamo un’epoca oscura, nella quale le stesse basi della nostra esistenza sono scosse alle fondamenta. Dove i valori sono ribaltati e il vizio ha lentamente oscurato la verità. Del resto, anche l’universo ha quasi smesso di partorire stelle. Arrendersi, non è un’opzione.

__________
L'infografica in apertura è tratta dal sito di David Puente, tra gli autori della ricerca volta a smascherare l'idenità dei personaggi che si cielan dietro le testate-bufala.
Commenti