Irlanda. È stata confermata la persenza di 800 bambini sepolti nell'istituto delle suore di Tuam



La commissione pubblica si è detta “scioccata” per quanto scoperto sino ed ha confermato il ritrovamento di 800 bambini sepolti in un orfanotrofio gestito dalle religiose del Bon Secour. La struttura è stata attiva tra il 1925 e il 1965.
Le indagini sono cominciate sulla base di alcuni documenti rinvenuti dalla ricercatrice Catherine Corless sulle morti infantili presso la struttura di Tuam, nella contea di Galway. L'ipotesi è che fosse stata creata una fossaa comune in cui le religiose buttavano i corpi di centinaia di feti, neonati e bambini. Un'ipotesi tragicamente confermata oggi dalla commissione "Mother and Baby Homes" che ha svolto un'inchiesta sulle case per ragazze madri e orfani gestite da religiose.
I test del dna evidenziano che i corpi avevano un'età compresa tra le 35 settimane e i 3 anni. I decessi erano spesso causati da malnutrizione, malattie e miseria. Si teme anche che nell'istituto siano stati commessi anche numerosi abusi su donne e bambini, così come denunciato nei film "Magdalene" e "Philomena".
1 commento