La Germania riabiliterà tutti i gay condannato in base al paragrafo 175



Dopo Londra, anche la Germania riabiliterà tutti i gay che sono stati condannati sulla base nel paragrafo 175, una legge approvata nel 1871 che venne poi inasprita dal nazismo. La norma vietata «gli atti sessuali contrari alla natura, tra persone di sesso maschile o tra persone e animali» e venne usata per perseguitare e incarcerare i gay sino alla fine al 1968 nella Germania dell'Ovest e sino al 1967 nella Germania dell'Est. Le pene inflitte potevano arrivare sino alla condanna a dieci anni di lavori forzati.Un'abrogazione così tardiva portò all'assurdo che vide numerosi gay scampati allo sterminio nazista che vennero incarcerati al termine della guerra a causa della loro sessualità. Tutte le condanne inflitte durante il Terzo Reich furono annullate da una legge introdotta dal governo nel 2002, ma sino ad oggi nessuno si era occupato delle condanne che vennero inflitte tra il 1945 e il 1969 a circa 50mila uomini.
La decisione è contenuta in una una nuova legge approvata dal governo Merkel, che ha fissato i risarcimenti per i gay condannati in una somma forfettaria di 3mila euro cui si aggiungono mille e cinquecento euro per ogni anno di reclusione.

3 commenti