La presunta violenza su ragazzo disabile denunciata dalle Iene? Anddos mostra i messaggi in cui il ragazzo chiede quando potrà tornare nella sauna



L'Anddos ha risposto all'ennesimo servizio confezionato da Filippo Roma in cui l'inviato delle Iene si è occupato di gettare fango contro l'associazione dichiarando candidamente di volersi vendicare per la querela che è stata sporta nei suoi confronti. E per far notizia, il servizio mostrava anche una curiosa testimonianza di una madre che sostentava che il figlio disabile fosse stato abusato nei locali dei circoli affiliati.

Attraverso il proprio profilo Facebook, l'associazione osserva:

La presunta violenza su ragazzo disabile denunciata da LeIene si smonta da sola: In questa conversazione con la pagina fb di Europa Multiclub, avvenuta dopo che la madre è stata ricevuta al circolo, lui stesso chiede quando riapre la sauna. Qualcosa evidentemente non torna. A distanza di 25 giorni dal fatto, questa madre si risveglia, assale telefonicamente il presidente del circolo, scansa in slalom la disponibilità dello stesso ad andare in fondo alla questione e manda un fax. A chi? non alla procura ma alla televisione! Quale genitore che cova il terribile sospetto che al figlio sia stata imposta una qualsiasi forma di coercizione fisica e/o psichica trova la fantasia di voler andare -per prima cosa- a Le Iene?

Inoltre è mediante alcune infografiche che l'Anddos ha tentato di far chiarezza con dei semplici "vero" o "falso" sulla disinformazione promossa dal programma Mediaset, ormai così morbosamente attratto dal sesso gay da non aver compreso che l'illazione da dimostrare è che i circoli abbiano ricevuto fondi dall'Unar, non che i gay facciano sesso.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]
3 commenti