L'organizzazione di Riccardo Cascioli attacca le comunità cristiane che non discriminano i gay



In quella sua costante promozione dell'odio contro interi gruppi sociali, l'integralista di estrema destra Mario Cascioli appare capace di una violenza che non sembra umana. Sarà che che decide di immolare la sua vita sull'altare dell'odio sarà portato a ridursi in condizioni patologiche in cui l'ostentazione del disprezzo è l'unico linguaggio che si conosce, ma qui pare che il caso sia grave.
Sostenendo che l'omosessualità sia una religione e che nessun gruppo cristiano debba poter tollerare i gay dato che lui disprezzare al punto da promuovere fantomatiche "terapie riparative" che rischiano solo di ammazzare qualche adolescente che osa avere un orientamento sessuale a lui sgradito, è dalle pagine della sua Nuova Bussola Quotidiana che pontifica:

Parity è un’organizzazione della Presbyterian Church statunitense il cui scopo è coniugare credo cristiano con il credo gay. Sul loro portale si legge: Lavoriamo e preghiamo per una riconciliazione, tra le comunità e in noi stessi affinché riusciamo a creare un mondo in cui le barriere di genere e di identità sessuale non rappresentino un ostacolo a vivere a pieno l’esistenza a cui ci ha destinati Dio”.

Ed è con un crescente disprezzo che aggiunge:

La reverenda Marian Edmonds-Allen, direttrice esecutiva di Parity, ha così spiegato l’iniziativa: “Le persone sono felici di poter mostrare la loro fede e allo stesso tempo la loro identità LGBT. Il Mercoledì delle Ceneri, il giorno in cui i Cristiani mostrano in pubblico di esserlo, noi mostriamo di essere anche queer”. E sul sito dell’associazione si aggiunge: Glitter + Ash è un innato segno queer della credenza cristiana, in quanto mescola simboli di mortalità e di speranza, di penitenza e di festa. Il Mercoledì delle Ceneri è l’inizio della Quaresima, una stagione di pentimento. (…) In questo momento della storia, lo scintillio delle ceneri saranno un forte richiamo agli insegnamenti di Sant’Agostino che non possiamo disperare perché la disperazione paralizza, vanificando il pentimento e impedendo il cambiamento che siamo chiamati a intraprendere”.

E dinnanzi a chi crede di rappresentare la verità assoluta, non c'è da stupirsi che giunga anche il pensierino che indica ai lettori che cosa debbano pensare per essere uniformi al pensiero unico integralista. Scrive il sito di estrema destra:

L’iniziativa Glitter Ash Wednesday mischia non solo ceneri e brillantini ma anche sacro e blasfemia.

Bhe, l'unica vera blasfemia è un'organizzazione che usa Dio come strumento di promozione d'odio, non certo chi lo celebra con inclusività e amore verso tutto. Ma evidentemente il "cristianesimo" di Cascioli non è i cristianesimo di Gesù.
1 commento