Nel giorno della morte di Joseph Nicolosi, Abc trasmette un documentario di denuncia contro i campi di "conversione" dei gay



Nel giorno della morte di Joseph Nicolosi, l'emittente statunitense ABC ha deciso di trasmettere un documentario di denuncia sui campi di "terapia" dell'omosessualità che si basano sulle sue teorie. Campi in cui numerosi genitori hanno spedito i loro figli per sperare di poterli cambiare secondo i propri desideri.
Com'è noto, il mondo scientifico è compatto nel sostenere che quelle teorie fossero del tutto prive di scientificità, non portassero ad alcun risultato e rischiassero di risultare dannose nell'incutere ansia, propensione al suicidio e depressione nelle vittime.
Già dalle immagini dell'anteprima pare quasi di guardare un film horror, nel quale figura anche quel William Knott che si presentava come un sacerdote di uno di quei centro e che da febbraio è in carcere dopo essere stato condannato a vent'anni di reclusione per abuso sessuale aggravato su minori.
Il documentario presenta anche un'intervista a Peter Sprigg del Family Research Council, un sostenitore della terapia di conversione. «Mi auguro che questa amministrazione si tirerà indietro rispetto alle aggressive posizioni dell'amministrazione Obama», dice Sprigg. La sua speranza è per un appoggio da parte del vicepresidente Mike Pence che nel 200 dichiarò di voler destinare risorse pubbliche a «quelle istituzioni che forniscono assistenza a coloro che cercano di cambiare il loro comportamento sessuale».
Intervistato da Abc News proprio su questo punto, un portavoce di Pance ha negato quella posizione e ha sostenuto che quella frase sia stata mal interpretata.

Clicca qui per guardare l'anteprima del documentario.
1 commento