Presentato un esposto contro Matteo Salvini per istigazione all'odio



L'odio promosso dal populismo di estrema destra si sta tramutando in una deumanizzazione della società e in una pericolosa ideologia che pare non riconoscere alcuna dignità umana a interi grupi sociali. Troviamo così una folla pronta ad incitare al suicidio un 17enne somalo o gente che plaude a chi ha schernito e sequestrato due donne di etnia rom all'interno di un cassonetto del supermercato Lidl di Follonica. Il video era poi stato pubblicato sui social per deridere ulteriormente le vittime, procurando non poca indignazione tra chi non prova divertimento nel vedere due persone disperate che erano state intrappolate tra le risate dei loro sequestratori.
Il primo a plaudire quell'indegno gesto è stato il solito Matteo Salvini, da sempre in prima linea nel promuove qualunque forma di discriminazione e odio. Una volta appreso che la Lidl era intenzionata a prendere provvedimenti nei confronti dei dipendenti coinvolti, ha pubblicato sui social network un indegno messaggio:

Io sto con i lavoratori (li contatterò già oggi per offrire loro tutto il nostro sostegno, anche legale) e non con le Rom "frugatrici". Ma quanto urla questa disgraziata??? #ruspa e condividi!

Oltre al supporto ad un reato grave come il sequestro di persona, il leghista non si è risparmiato neppure battute di scherno per una delle donne, sollevando dure critiche da parte di numerosi esponenti politici e giornalisti . Ora, a dieci giorni di distanza dai fatti, il deputato
Andrea Maestri ha presentato un esposto per chiedere alla magistratura italiana di verificare se Salvini abbia commesso apologia di reato e istigazione all'odio razziale.
«Con ogni evidenza -spiega nell'esposto- è stato dolosamente e coscientemente travalicato il limite del legittimo esercizio del diritto di manifestazione del pensiero e altresì sono state superate anche le guarentigie inerenti al munus parlamentare: lungi dall"esprimere un'opinione nell'ambito dell'esercizio del proprio ruolo politico, il signor Salvini Matteo ha fatto pubblica apologia di un reato e ha istigato all'odio razziale».

Il deputato ha poi dichiarato a Fanpage.it: «Io credo che le parole di Salvini siano odiose, utilizza questi fatti di cronaca allo scopo di stimolare le peggiori reazioni dei commentatori. Anziché indagare sulle ragioni di questo ormai nemmeno più latente razzismo, getta benzina sul fuoco, facendo affermazioni gravissime e innescando pericolosi meccanismi che potrebbero sfuggire di mano. Salvini ha oltrepassato ogni limite, la situazione è ormai fuori controllo. Basta solo guardare le reazioni che si sono scatenate nei commenti al post dedicato al mio esposto pubblicato da Salvini: ingiurie, insulti, minacce nei miei confronti, che mi sono giunte anche privatamente", spiega a l'onorevole Maestri».
2 commenti