Cecenia. la petizione di Amnesty International raccoglie oltre 14mila firme in poche ore



Mentre dalla Cecenia arrivano notizie sempre più allarmanti che riguardano la creazione di campi di concentramento per gay, Amnesty International ha lanciato una petizione che in poche ore ha raggiunto oltre 14.000 firme. La richiesta è un intervento delle autorità per fermare quel massacro, ancor più a fronte di come le autorità del Paese neghino persino che in Cicenia possano esistere uomini gay.
L'associazione osserva anche che se alcuni uomini hanno dichiarato di essere stati rilasciati (forse perché i loro rapitori sono stati in grado di verificare il loro orientamento sessuale) rimangono in grave pericolo a causa di omofobia locale e dell'intolleranza. Rischiano persino di essere uccisi dalle loro stesse famigliein virtù di come i "delitti d'onore" siano ancora praticati nel Caucaso del Nord, in particolare nella Cecenia profondamente conservatrice. Gli uomini che si vengono ritenuti colpevoli di "appannare" l'onore della famiglia sono spesso uccisi da un membro della famiglia.

Update: È ora possibile sottoscrivere la petizione anche sul sito italiano, clicca qui per firmare.
2 commenti